Lunedì, 09 Gennaio 2012 00:00

Orari dei negozi: le liberalizzazioni piacciono

Mentre l'Adiconsum chiede la turnazione, l'Unc vede comunque positivo

Ad alcune tra le più importanti associazioni di consumatori le liberalizzazioni degli orari di negozi piacciono. Ad avviso di Adiconsum, si devono trovare soluzioni capaci di garantire sia le esigenze dei consumatori, che quelle dei piccoli commercianti e dei lavoratori dipendenti. "Non è necessario – scrive in una nota il segretario generale PIetro Giordano - che i negozi, gli esercizi commerciali di prossimità, i supermercati e tutti i centri commerciali nelle città stiano costantemente aperti fino a tarda notte, così come non è necessario che nelle festività (1° maggio, Pasqua, ecc.) tutti gli esercizi commerciali siano aperti. Adiconsum propone una soluzione, che andrebbe discussa sui tavoli regionali e comunali con la partecipazione delle Associazioni dei consumatori come quella già attuata con la rete delle farmacie, con una turnazione delle aperture notturne e festive degli esercizi commerciali - sia della piccola che della grande distribuzione”.

Limitazione dei costi di gestione

La turnazione garantirebbe il servizio ai consumatori impossibilitati ad effettuare gli acquisti durante la giornata; la possibilità per i piccoli esercizi commerciali di una gestione del tempo di lavoro dignitosa ed una limitazione dei costi di gestione della propria attività; un aumento delle tutele dei lavoratori nella grande distribuzione e un maggiore servizio di qualità ai consumatori.

Incentivo ai consumi

“Le liberalizzazioni rappresentano una grande opportunità per i consumatori - afferma Massimiliano Dona, al vertice dell’Unione Nazionale Consumatori - e potrebbero rappresentare anche un incentivo ai consumi in questo momento di crisi: non vediamo controindicazioni per i piccoli rivenditori a vantaggio delle grandi catene: anzi, potrebbe essere l’occasione per creare nuovi posti di lavoro e raggiungere anche quella fascia di consumatori che per motivi di lavoro devono rimandare gli acquisti al week end”.