Giovedì, 20 Giugno 2013 00:00

Consumi, in maggio bene piccoli e grandi elettrodomestici

I dati della rilevazione mensile di Aires. Ancora male per l'elettronica di consumo

Dopo il debole segno positivo registrato nel mese di aprile (+0,4% rispetto allo stesso mese del 2012) tornano a registrare una contrazione dell’1,5% in valore gli acquisti di elettrodomestici e di elettronica di consumo degli italiani. Lo rivela l'indagine mensile a cura di Accenture dei fatturati realizzati nei punti vendita delle catene aderenti ad AIRES. In particolare sono tre i comparti che hanno fatto registrare dati negativi: Consumer Electronics (televisori, home video, blu ray), Entertainment (film in DVD e blu ray, Cd musicali e Videogame su disco), foto. Tutte le altre famiglie di prodotti hanno registrato un incremento di vendite in valore piu? o meno marcato. Si va dal + 5,5% dell’IT (computer, periferiche, software), peraltro reduce da una serie piu? o meno continua di dati positivi (malgrado l’effetto deflattivo dei prezzi del settore)  fino allo straordinario +45,6% del comparto telefonia, sintomo che lo smartphone rimane oggi l’unico bene durevole che non conosce crisi presso gli italiani.

In due anni dimezzato il prezzo dei tv

Da considerare molto positivi anche il +5,9% dei piccoli elettrodomestici (ad aprile era -0,5%) e in particolare il +11,4% dei grandi elettrodomestici (lavatrici, lavastoviglie, frigoriferi: segue il +10,4% registrato ad aprile). Una crescita che batte il gia? citato effetto deflattivo dei prezzi in totale assenza di incentivi (anche quelli annunciati per il risparmio energetico dal Governo riguarderanno gli acquisti di mobili ma non di elettrodomestici). L’appesantimento delle vendite sembra dunque derivare soprattutto dal marcato rallentamento del comparto Consumer Electronics che ha registrato un calo del 32,4% rispetto al corrispondente mese del 2012. In questo caso il dato sembra influenzato soprattutto dall’andamento dei prezzi, fortemente deflattivo (in meno di due anni il prezzo finale di un televisore Led di dimensioni famigliari si e? piu? o meno dimezzato). Al contrario l’andamento negativo del comparto Entertainment (-23,2%) e? legato a fattori strutturali: mentre cresce la diffusione di contenuti in rete si contrae quella su supporti fisici. Stesso discorso per il comparto foto (-16,2%): la fotografia e i video amatoriali ormai si fanno sempre di piu? con i cellulari dotati di foto/videocamere di qualita? crescente.