Lunedì, 15 Settembre 2014 00:00

"Troppi ped di qualità dubbia e fracassoni"

di Federica Rossi Gasparrini, presidente di Federcasalinghe

E' una storia lunga questa della passione delle mamme per i robottini; quando in casa, infatti, arriva un bambino i ripiani dei mobili della cucina vengono occupati da frullini, centrifughe, tritatutto, omogeneizzatori, tutti apparecchi che – è ormai dimostrato - nel giro di pochissimi mesi, anzi di settimane, spariscono nei cassetti. “Sono troppo rumorosi, emettono odori di plastica, si surriscaldano, cambiano colore, e poi non è vero che fanno tutto quello che c’è scritto….”. E se la mamma torna  in negozio per lamentarsi, perché il robottino ha qualche problema, la risposta più frequente è questa: “Ma con quel prezzo cosa credeva di avere?…”. Una risposta, a nostro avviso, scorretta.

Il problema delle prestazioni

E' vero, donne e uomini di casa comprano, a causa della crisi, i prodotti in promozione, quelli che costano meno. E' vero, ma lo fanno anche perché nessuno – se non in qualche negozio “famigliare”- si prende la briga di spiegare, invitando il cliente a osservare, a riflettere e a scegliere in base non solo al prezzo ma soprattutto alle sue esigenze. Le socie dichiarano, per esempio, che uno dei piccoli elettrodomestici più detestati è la centrifuga, quella tradizionale: troppo complicato usarla e pulirla, troppo grande, troppi gli scarti di frutta e verdura. E il succo non è sempre gradevole. Ma quello che sembra essere, ad avviso delle socie e anche mio, il problema più grave e meno conosciuto è quello delle prestazioni. “Che cosa si pretende - rispondono spesso in negozio - è made in China”. Federcasalinghe ha per esempio verificato che le macchine per caffè espresso da poche decine di euro che occupano i ripiani dei negozi danno un caffè amaro e acidulo, spesso lungo e neanche lontanamente parente dell’espresso. Sono macchinette fatte male, si vede a occhio nudo, con troppa plastica, e non  è vero che le cialde siano sempre in grado di dare un buon caffè… Nessuna delle macchinette cinesi di prezzo basso può fare il vero espresso. Ma nessuno, in negozio, ha la pazienza di spiegare le differenze. E inoltre molte socie mi hanno confidato che gli elettrodomestici con il marchio dei negozi sono in gran parte di qualità scadente….. “Si fidi, si fidi, lo abbiamo scelto noi” dice con aria confidenziale il negoziante. Il consumatore invece non si fida più come una volta.

Ricerca di mercato

Se venisse realizzata una ricerca di mercato – una ricerca vera - le sorprese per chi fabbrica, importa e vende la tecnologia domestica potrebbero essere tante. La Commissione europea sta cercando di porre rimedio alla presenza di apparecchi molto rumorosi, con prestazioni spesso inadeguate e con consumi eccessivi come sono, per esempio, alcuni aspirapolvere, imponendo l’etichetta  energetica come per i grandi elettrodomestici. Ma consentirà ancora di vendere aspirapolvere, frullatori, tritatutto e affettatutto molto fracassoni, di qualità dubbia e poco sicuri. Perché nessuno, a Bruxelles, sembra avere interesse a fare i necessari controlli.

Federica Rossi Gasparrini

--------------------------------------------------------------------------------------------------------

Federcasalinghe in pillole

Federcasalinghe, Federazione Nazionale Casalinghe, viene fondata a Roma nel 1982 dall’attuale presidente, Federica Rossi Gasparrini, e prenderà successivamente il nome di DonneEuropee Federcasalinghe, contando oggi circa 800mila socie.
 
L’attività svolta in tanti anni di vicinanza e sostegno alle famiglie e alle donne in particolare e della loro creatività, ha avuto un notevole impulso con l’impegno in politica della presidente,  attualmente Deputato della Repubblica. Sono oltre 100 gli sportelli Informafamiglia dove le responsabili della associazione svolgono il loro servizio a titolo volontario, e sono numerosissimi gli eventi organizzati in ogni regione per aggregazioni e manifestazioni pubbliche.
 
Tra gli obiettivi raggiunti, numerose leggi e stanziamenti, come l’assegno di maternità, la legge per l’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni domestici della casalinga con la richiesta dell’obbligo del “Salvavita”, leggi a favore dell’imprenditoria femminile, attività legislative nell’ambito del credito agevolato alle famiglie, e tanto altro ancora.