Giovedì, 17 Dicembre 2015 00:00

Lo shopping natalizio? Opportunità per far crescere la buona pratica del riciclo

ERP Italia ne sottolinea l'importante valore sociale ed economico

Quest’anno la corsa al “regalo utile” in occasione delle festività natalizie si annuncia sotto gli auspici di un rinnovato ottimismo. Proprio per questo motivo ERP Italia, sistema collettivo che gestisce la raccolta e il riciclo di apparecchiature elettriche ed elettroniche dismesse e di pile e moduli fotovoltaici esausti, sottolinea l’opportunità di sensibilizzare il consumatore sull’importanza di destinare al riciclo i piccoli e grandi elettrodomestici e i dispositivi elettronici che saranno rimpiazzati dai regali. Oltre a evidenziare il contributo alla riduzione dell’impatto ambientale, connesso alla mancata dispersione sul territorio o in discarica di rifiuti ingombranti e spesso contenenti sostanze inquinanti, per ERP Italia è importante che tra i consumatori si diffonda la consapevolezza che la buona pratica del riciclo ha un valore sociale ed economico non indifferente.

 

Minor consumo di risorse ambientali
Dalla raccolta e dal corretto trattamento di telefoni cellulari, computer, televisori, forni a microonde, lavatrici o tostapane prossimi a essere sostituiti con apparecchi nuovi, infatti, si possono ricavare materiali utilizzabili nel ciclo produttivo al posto delle materie prime vergini, ottenendo così un concreto risparmio sul consumo di risorse ambientali e di energia. Basti pensare all’alluminio, al ferro e all’acciaio ottenuti dagli elettrodomestici e riciclati al 100% in siderurgia, oppure al vetro proveniente dai vecchi schermi CRT di televisori e monitor, che viene riciclato al 100% per additivi impiegati nella produzione di pavimenti di pregio, collanti, resine e vernici di qualità, o ancora alla plastica, che rinasce sia sotto forma di tubi e guaine per l’edilizia sia nella produzione di bitumi per asfalti e coperture impermeabilizzanti.

 

Consumatori poco consapevoli
Infine le pile monouso e ricaricabili contengono metalli, che se opportunamente trattati, possono essere recuperati e riutilizzati al 100%: tra questi acciaio, ferro, e biossido di manganese molto utilizzati nell’industria siderurgica. La maggior parte dei consumatori è ben lontana dall’immaginare che dal riciclo di apparecchiature destinate al disuso è possibile recuperare anche piccolissime quantità di metalli preziosi come oro, argento e platino: un regalo degno dei “Re Magi” che non costa nulla, ma ha un grande valore per tutti.