Domenica, 14 Maggio 2017 00:00

COMMENTO - Non basta un buon detersivo per lavare bene

Sempre più spesso spot tv fanno "passare" un messaggio che riteniamo profondamente sbagliato

Tra le aziende che possono permettersi corpose (e costose) campagne pubblicitarie televisive, quelle che producono detersivi mantengono ancora una certa visibilità. Quella visibilità che nel corso degli anni le industrie di elettrodomestici hanno progressivamente perso. Una delle conseguenze di questo fenomeno è che con una certa insistenza gli spot tv delle prime comunicano sempre di più che per far funzionare al meglio la lavatrice o la lavastoviglie di casa si debba utilizzare il detersivo tal dei tali. Bene, anzi male. Perché se la macchina è di scarsa qualità, non ci sarà mai un detersivo che possa surrogarla. Quindi ai consumatori che ci seguono diciamo di non pensare, neppure lontanamente, che basti un buon detersivo per trasformare il proprio elettrodomestico in un campione di lavaggio. Prima di tutto serve un buon elettrodomestico. Pertanto, quando vi trovate nella condizione di dover o voler comprare una lavatrice o una lavastoviglie (così come un qualunque altro elettrodomestico, sia chiaro), puntate sulla qualità. Perché un buon elettrodomestico e un detersivo appena discreto, vi garantiranno risultati all'altezza delle vostre aspettative. Un pessimo elettrodomestico e un buon detersivo, no. Ma questo diventa un argomento di vendita anche per i rivenditori e i loro collaboratori. O, dicendo meglio, per chi ha ancora capacità e voglia di vendere qualità. E, perché no, per campagne di marketing di insegna in grado (finalmente) di alzare l'asticella della comunicazione ai consumatori. (g.g.)

 

Foto: lavastoviglie Electrolux ComfortLift