Martedì, 22 Settembre 2015 00:00

Imparare la cucina più raffinata, quella giapponese

Scuola di cucina - e di cultura - secondo tradizione del Sol Levante

"""

Tra i tanti successi di Expo 2015 uno, incontestabile, è quello che ha premiato, con la maggior affluenza e le code più lunghe, il padiglione giapponese. Le statistiche sull'indice di gradimento delle diverse gastronomie rivela che, per i giapponesi, la miglior cucina è quella italiana, quasi alla pari con quella francese, mentre per gli italiani è quella giapponese.

Ma l'entusiasmo che hanno per la nostra cucina, il nostro modo di vivere, per la storia e  per il patrimonio culturale supera quello di qualsiasi altro popolo. Chi volesse conoscere meglio i segreti, i rituali e i modi raffinati di creare la cerimonia dei pasti nipponici - anche un semplice tè - può frequentare uno dei corsi che sicuramente sono organizzati nelle maggiori città.

A Milano, per esempio ce n'è uno speciale, organizzato da Corsi Corsari,  """"Incontri sulla cucina giapponese"""" che parte da lunedì 12 ottobre. In ogni lezione la fase dimostrativa sarà seguita da una sperimentazione che porterà alla preparazione e poi alla consumazione del piatto.

La grande sapienza del cuoco e della cuoca del Sol Levante è sì affascinante, ma piuttosto complicata, poichè prevede gesti e sequenze precise da rispettare e, dalla scelta sino alla cottura e alla preparazione della tavola, è un susseguirsi  di piccole e grandi regole di squisito comportamento.

"""