Giovedì, 06 Agosto 2015 00:00

Buone pratiche per conservare il cibo in frigorifero

Spreco alimentare: ogni anno finiscono in pattumiera circa 90 milioni di tonne
"""

Sono serviti tempo e denaro per comprare tanti buoni alimenti freschi e genuini. Adesso però dobbiamo conservarli.

Ecco alcune regole e suggerimenti per mantenere il cibo fresco e integro più a lungo,mangeremo meglio e sprecheremo di meno.  Ogni anno, infatti, finiscono in pattumiera infatti circa 90 milioni di tonnellate di rifiuti alimentari.  

Ben conservare aiuta a combattere questo spreco vergognoso.

Prima di riporre gli alimenti è  meglio sapere:

  • tenere staccate dalla parete interna del frigorifero  le confezioni di alimenti  
  • avvolgere gli alimenti  con un  film protettivo o  riporli in appositi recipienti.
  • Lasciar raffreddare i cibi caldi prima di coprirli e poi riporli in frigorifero
  • Osservare le indicazioni di conservazione di ogni alimento spesso riportate in etichetta 
  • Mettere gli alimenti nel giusto scompartimento del frigorifero.
  • Consultare le indicazioni riportate sul libretto istruzioni del  frignorifero, spesso  riporta consigli d’uso sugli spazi interni.

A ogni alimento la sua temperatura di conservazione.

Non tutti  i cibi si conservano alla stessa temperatura. Nel frigorifero , infatti, ci sono zone di raffreddamento differenziate, in genere il più fresco è  in basso, giusto sopra i cassetti per la frutta e verdura.

temperatura INTERMEDIA (4-5°C)

  • UOVA, LATTICINI, YOGURT, DOLCI A BASE DI CREME E PANNA, SALUMI, ALIMENTI CUCINATI
    • Latte e panna da consumare entro la scadenza e comunque entro 2-3 giorni dall’apertura della confezione.
    • Uova si conservano sempre in frigorifero e si consumano entro la data indicata.
      Formaggi devono essere protetti con un film di alluminio, carta oleata e riposti in contenitori chiusi
    • Salumi lasciati nella carta per alimenti, protetti con il foglio di alluminio o la carta oleata e riposti in contenitori ermetici o sacchetti per la congelazione 

temperatura BASSA (0-2°C) (foto2)

  • CARNE E PESCE
    Pesce
    , eviscerato e lavato protetto da  pellicola per alimenti  o riposto in contenitore : consumato nelle 24  ore. Carne protetta da pellicola  va consumata a seconda del tipo e del taglio: macinata nelle 24 ore,  fresca in genere entro 3 giorni, affettati entro 3 giorni se non confezionati. Pollo e tacchino entro 48 ore

temperatura ALTA (7-10°C) (foto 3+4+5)

  • VERDURA FRUTTA BIBITE BURRO
    Tutti gli alimenti che non richiedono temperature troppo basse per la conservazione. Frutta e verdura ad esempio possono essere danneggiate dal freddo eccessivo. 

Dentro il frigorifero:

  1. SEPARARE gli alimenti crudi da quelli cotti o pronti per essere consumati: EVITA che microrganismi eventualmente presenti nei primi possano trasferirsi ai secondi che non subiranno più trattamenti termici prima del consumo. La cross-contaminazione – passaggio diretto o indiretto di microorganismi patogeni da alimenti ad altri - rappresenta una delle principali cause di intossicazione alimentare ed è spesso dovuta alla collocazione sbagliata degli alimenti all'interno del frigorifero di casa.

    CONSERVARE gli alimenti nelle confezioni originali, spesso riportano indicazioni utili per la conservazione, in alternativa n contenitori puliti ed ermetici.

    CONSERVARE i cibi preparati in casa in contenitori puliti e con coperchio, oppure avvolti con pellicola di alluminio; CONSUMARE preferibilmente entro un paio di giorni.
  2. PRIMO DENTRO PRIMO FUORI. PRATICARE Il FIFO (First-In-First-Out), cioè “primo dentro primo fuori”. Gli alimenti riposti per primi devono essere consumati per primi. Può aiutare RIPORRE gli alimenti acquistati più di recente dietro o sotto quelli già presenti nel frigorifero. AIUTERA’ a consumare I cibi prima della scadenza e a ridurre la quantità di cibo da buttare.
  3. IGIENE. PULIRE REGOLARMENTE L’interno del frigorifero con una soluzione di acqua e bicarbonato, aceto o prodotto specifico indicato dal produttore. Se non si possiede un apparecchio con sistema NO FROST, attenzione alla formazione di brina, oltre a ridurre spazio, può determinare un cattivo funzionamento dell'apparecchio, perciò è buona regola sbrinare periodicamente frigo e congelatore, ogni due mesi circa. NON RIPORRE TROPPI ALIMENTI nel frigorifero: se non c’è spazio tra i prodotti, l’aria non riuscirà a circolare e la distribuzione della temperatura verrà ostacolata. CONTROLLARE SPESSO l'interno del frigo per individuare e rimuovere eventuali alimenti non in perfetto stato di conservazione.

LO SAPEVI CHE...

  • Per una buona conservazione degli alimenti in frigo è importante una corretta temperatura e un corretto livello di umidità.
  • È meglio non lavare la frutta e la verdura prima di riporla in frigo, per non causare un aumento di umidità, che favorisce la crescita di muffe e batteri.
  • C’è differenza fra le due diciture di scadenza degli alimenti:
    Da consumarsi entro ...” di solito si usa per alimenti che si degradano facilmente e devono essere consumati entro la data indicata.
    """"Da consumarsi preferibilmente entro ...” indica per quanto tempo l’alimento può essere consumato senza alcun rischio.
    Si usa per gli alimenti che possono essere conservati più a lungo (come i cereali, il riso, le spezie). Non è pericoloso consumare un prodotto dopo tale data, ma l’alimento in questione può aver perso alcune proprietà organolettiche, come sapore e consistenza. In entrambi i casi la data indica i tempi di scadenza a confezione integra.
"""
Altro in questa categoria: Venga a prendere un caffè... Ma quale? »