Martedì, 14 Giugno 2016 00:00

Quando arriva il caldo africano, cosa fare ce lo dice il Ministero della Salute

Il climatizzatore contrasta gli effetti delle ondate di caldo sulla nostra salute. Ecco le raccomandazioni ufficiali
"""

L'eccessivo caldo estivo è un problema di salute pubblica. Pertanto anche il Ministero competente  ci consiglia su come affrontarlo, in particolare quando si usano i climatizzatori. 

Per l’acquisto dei quali e consigliato (da noi) rivolgersi a persone specializzate e in possesso delle certificazioni previste (patentino FGas, Certificazione FGas), preferendo  apparecchi ad alta efficienza - in classe A e superiore - fanno risparmiare sui consumi e godono di agevolazioni fiscali. 


Tenere puliti i filtri e fare una regolare manutenzione

 “Per quanto riguarda i condizionatori, occorre rispettare alcune importanti regole per un uso corretto, specialmente per quanto attiene alla loro manutenzione. In molti casi, infatti, oltre a non svolgere idoneamente le loro funzioni gli impianti di climatizzazione possono trasportare o diventare essi stessi fonti di contaminanti, rumore e vibrazioni, soprattutto se non sottoposti ad una regolare manutenzione.”


Proteggere dal sole 

 Mantenere chiuse le finestre degli ambienti durante l'uso dei condizionatori , utilizzare protezioni oscuranti - tende scure, persiane, tapparelle - alle finestre e vetrate dei locali condizionati per limitarne l'esposizione diretta ai raggi solari.


No agli ambienti troppo raffrescati
La temperatura dentro casa non deve avere livelli troppo bassi rispetto alla temperatura esterna; quella ideale degli ambienti domestici per il benessere fisiologico è intorno a 25-27°C. Valori più bassi  espongono le persone a bruschi sbalzi termici poco salutari, oltre a comportare eccessivi - e inutili - consumi energetici.

 

 

A volte basta deumidificare

In presenza di un alto tasso di umidità, senza valori particolarmente elevati di temperatura, può essere sufficiente l’uso della funzione di deumidificazione , anche in alternativa al condizionatore, per migliorare le condizioni di comfort ambientale;

 

In funzione un apparecchio per volta    

 Durante l’utilizzo degli impianti di aria condizionata è consigliabile limitare l’uso di elettrodomestici ad alto consumo energetico (lavatrice, scaldabagno, lampade alogene ecc) e, specialmente durante le ore più calde della giornata, evitare l’uso di elettrodomestici che costituiscono ulteriori fonti di calore dell’ambiente domestico (forno, fornelli, ferro da stiro, phon ecc.).

 

Una buona manutenzione per un buon funzionamento 

Occorre curare la manutenzione degli impianti: pulire periodicamente i filtri e l'unità esterna per evitare un accumulo di polveri e scorie, che verrebbe direttamente messo in circolazione attraverso le canalizzazioni di distribuzione dell’aria. Una corretta manutenzione aumenta l’efficienza dei condizionatori, evita maggiori costi di funzionamento (a causa di un aumento della resistenza incontrata dall’aria, di una più bassa efficienza delle batterie di scambio termico) e riduce i rischi di incendio e corrosione;  E'  consigliabile far controllare  periodicamente  l'impianto di climatizzazione. 

 

NB:

Pulizia dei filtri, efficienza dell'impianto e scarto minimo fra temperature esterne e interne valgono  anche per la climatizzazione in AUTOMOBILE.

"""