Giovedì, 17 Giugno 2021 16:41

Le migliori app per la realtà virtuale

Una delle funzionalità più sottovalutate negli smartphone di nuova generazione è quella che permette di utilizzare i caschi per la realtà aumentata.

Una delle funzionalità più sottovalutate degli smartphone di nuova generazione è sicuramente quella che permette di utilizzare i caschi per la visione aumentata e la realtà virtuale. Ma di cosa si tratta precisamente?

Considerate che all'interno di ogni cellulare esistono svariati sensori come giroscopio, oscilloscopio e magnetometro che, tutti insieme, riescono a rilevare la nostra posizione in uno spazio tridimensionale. Ed ecco che puntando il display di un telefono in una precisa direzione, questi riconoscerà immediatamente inclinazione e verso esatto, con una approssimazione di pochi centimetri di scarto.

Queste caratteristiche sono state sfruttate, nel tempo, per creare applicativi che permettessero ai cellulari di diventare veri e propri dispositivi di realtà virtuale a basso costo, funzionando anche con semplici visori “a specchio” che allargassero l'immagine se indossati come un banale paio d'occhiali.

Sui vari store digitali Apple e Android esistono già adesso migliaia di app dedicate a queste funzionalità, e Google stessa ha prodotto un paio di occhiali da sfruttare come visore, chiamati Google Cardboard. Scopriamo quali sono i programmi più interessanti che sfruttano questa funzionalità.

Una delle migliori app VR in circolazione ha come scopo quello di farci osservare le cellule del corpo umano da una visuale molto particolare: dall’interno dello stesso corpo umano. Si chiama InCellVR e permette di imparare la biologia divertendosi allo stesso tempo, visualizzando processi del corpo umano come per esempio la replicazione dei virus. E' una delle app VR realizzate meglio dal punto di vista grafico e della modellazione tridimensionale, e con il visore addosso potrete guardare in tutte le direzioni, zoomare, andare avanti e indietro all'interno dei tessuti e delle cellule.

Sempre a scopo educativo esiste un altra app chiamata RYOT Vr, acquistata addirittura da Huffington Post che ne ha carpito le potenzialità di diffusione delle immagini e attualmente diffusa sotto forma di file APK. Attraverso questa app è possibile godere di documentari e filmati girati direttamente in 3D, con l'effetto di sembrare coinvolti direttamente all'interno della scena, e con la possibilità di rivolgere lo sguardo dove vogliamo in tempo reale.

Sempre per poter “viaggiare” in modo virtuale vi consigliamo il download di Orbulous. Si tratta in questo caso di una ricchissima raccolta di luoghi da visitare in 3D sfruttando la tecnologia Google Photo Sphere e messa in linea da una community di utenti molto attiva.


Un'altra app (che non ti aspetti) ideale per sfruttare la tridimensionalità dei visori è YouTube. Sì, proprio YouTube. Forse non tutti sanno che esistono migliaia di video compatibili con la tecnologia VR da poter essere guardati in prima persona. Basta solo fare una rapida ricerca sulla barra di YouTube scrivendo semplicemente “Video VR” e vi si aprirà un mondo incredibile.

Con le app VR è possibile visitare qualsiasi posto e provare centinaia di esperienze diverse in prima persona. Una delle più emozionanti è quella offerta da Solar System Scope VR, che permette di visitare e vedere da vicino tantissime destinazioni del nostro sistema solare. Sempre in soggettiva ovviamente.

Ma le possibilità delle app VR sono praticamente infinite e solo la fantasia sarà un limite a quello che potreste fare con un visore. Si possono visitare parchi giochi e andare sulle montagne russe, fare videogiochi come sparatutto e picchiaduro in soggettiva, esplorare terre lontane e ascoltare concerti come se fossimo in mezzo al pubblico. E se un giorno sarà anche possibile entrare in un negozio per comprare una lavatrice con un casco VR addosso?