Venerdì, 07 Gennaio 2011 00:00

Il climatizzatore verde attira ancora poco

Nel 2010 aumentate di molto le vendite di prodotti murali di fascia bassa, quelli che consumano più energia

Ma perché il consumatore, quando acquista una lavabiancheria, pone grande attenzione al risparmio energetico, mentre laddove sposti lo sguardo sul climatizzatore, all'improvviso si dimentica del problema dei consumi? L'interrogativo sorge spontaneo osservando i dati di vendita dello scorso anno. Nel periodo gennaio-agosto 2010, infatti, la fascia di prezzo più bassa dei climatizzatori murali, quella fino a 200 euro, ha messo a segno una vera e propria esplosione: oltre il 100 per cento in più rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Si tratta di prodotti, tanto per parlare chiaro, che non trovano nell'attenzione alla bolletta energetica una valida argomentazione di vendita.

I RISCHI CHE SI CORRONO

“E' la conferma – commenta Alfredo Monteverde, sales manager di Mitsubishi Electric Climatizzazione – che il mercato italiano non ha ancora raggiunto un grado sufficiente di maturità”.  In pratica, siamo di fronte a un consumatore che dimostra di dover percorrere ancora molta strada verso la conoscenza a 360 gradi del climatizzatore.  In questo quadro il rischio che compri facendosi guidare solo dal prezzo, trascurando voci che in altre merceologie hanno un peso ben maggiore, si trasforma in una sostanziale certezza. Il consiglio che diamo, allora, è di non fermarsi al prezzo, soprattutto se si desideri acquistare un climatizzatore  murale. Perché le sorprese (negative) in termini di costo energetico non mancheranno.

ACQUISTARE FUORI STAGIONE

Del resto, con 199 euro non si può ragionevolmente pensare di portare a casa un apparecchio di altissima tecnologia. Da evitare, pertanto, di acquistare sotto l'impulso dettato dal gran caldo. Ecco perché sarebbe opportuno pianificare l'acquisto “fuori stagione”, evitando i mesi canonici da giugno ad agosto e regalandosi più tempo per scegliere nonché per coinvolgere l'addetto alla vendita. Senza dimenticare che il climatizzatore va vissuto come un investimento per la casa.