Giovedì, 22 Settembre 2011 00:00

L'azienda dove non ci sono infortuni sul lavoro

Nel 2010 Faber, marchio leader nella produzione di cappe, ha abbattuto i casi di incidenti

Grazie a “infortuni 0”, il programma per la sicurezza sul luogo di lavoro intrapreso nel 2001, Faber - azienda leader nella produzione di cappe - ha raggiunto nel 2010 l’ambizioso obiettivo di abbattere i casi di incidenti all’interno delle sedi produttive. I dati parlano chiaro: negli stabilimenti di Sassoferrato (Berbentina) e Fossato di Vico (Flaminia) gli infortuni sono passati da un picco di 64 nel 2001 a 0 casi nel 2010.

I principali step

Dispositivi di protezione individuale (DPI), rivisitazione delle postazioni di lavoro, formazione continuativa del personale, info point interni all’azienda per l’aggiornamento continuo sulle norme di sicurezza da adottare: sono questi i principali step di un percorso mirato e capillare che, a partire dalla certificazione OHAS 18001 conseguita 10 anni fa, ha fatto di Faber un’azienda a “infortuni 0”. Tutto questo grazie a una policy aziendale che punta verso una cultura diffusa della sicurezza e della salute nell’ambiente lavorativo all’interno degli stabilimenti non solo italiani, ma di tutto il gruppo internazionale dalla Turchia all’Argentina passando per L’Europa e l’India. In un mercato dove la richiesta di sicurezza e tutela dei lavoratori è un tema sempre più importante, Faber si attesta come azienda assolutamente all’avanguardia. La tutela dei propri dipendenti diventa così un fattore competitivo: ecco perché, nonostante la difficile congiuntura economica, Faber ha stanziato nel corso del 2010 ben 120 mila euro per corsi specifici in materia di tecniche di produzione, conoscenza dei materiali, sicurezza e qualità.