Venerdì, 23 Marzo 2012 00:00

Apple, il Tar del Lazio conferma le multe

Contestato il mancato riconoscimento dei due anni di garanzia legale e informazioni poco chiare su servizi a pagamento

Il Tar del Lazio ha confermato le multe alla Apple per 900mila euro inflitte dall’Antitrust nei mesi scorsi per il mancato riconoscimento ai consumatori dei due anni di garanzia. Il tribunale amministrativo ha fissato al 9 maggio l’udienza per la discussione nel merito dei ricorsi. In pratica, il tribunale parla di “pratiche commerciali scorrette” riferendosi sia alla imperfetta applicazione della garanzia legale biennale a carico del venditore sia a informazioni poco chiare sugli ambiti di copertura dei servizi di assistenza aggiuntiva a pagamento.

"Pratiche commerciali scorrette"

Come riporta il sito ADG News 24, “il Tar del Lazio ha accolto in parte la richiesta di Apple Sales International, sospendendo il provvedimento dell’Antitrust nella parte in cui dava 90 giorni di tempo alla società per inserire sulle confezioni l’indicazione sulla esistenza e durata biennale della garanzia di conformità e sulla durata del periodo di assistenza”. Secondo l’Antitrust, Apple ha messo in atto due distinte pratiche commerciali scorrette. In primo luogo non avrebbe informato “in modo adeguato i consumatori sui diritti di assistenza gratuita biennale previsti dal codice del consumo, ostacolando l’esercizio degli stessi e limitandosi a riconoscere la garanzia convenzionale del produttore di 1 anno“; in secondo luogo le “informazioni date su natura, contenuto e durata dei servizi di assistenza aggiuntivi a pagamento unite ai mancati chiarimenti sull’esistenza della garanzia legale biennale, erano tali da indurre i consumatori a sottoscrivere un contratto aggiuntivo quando la ‘copertura’ del servizio a pagamento si sovrappone in parte alla garanzia legale gratuita prevista dal Codice del Consumo“. Novecentomila euro sono meno del solletico di una piuma per un colosso come la Mela, ma sono pur sempre un segnale.