Venerdì, 17 Aprile 2015 00:00

"Built-in, opportunità; ancora da sviluppare per il rivenditore eldom"

Al Fuori Salone milanese abbiamo avvicinato Lamberto Gentili, responsabile commerciale incasso di Indesit

Al Salone del Mobile è stato l’anno no di Eurocucina. Molte aziende, pertanto, hanno organizzato eventi in location disseminate per Milano. L’area più prestigiosa – il distretto del Design - è la zona di via Savona/Tortona,  dove Whirlpool Group ha deciso di presentarsi con tutti i suoi marchi, per la  prima volta,  al pubblico. In un’unica location - le Officine Savona - l’allestimento è stato di grande stile, la simbologia forte con la scelta di due colori a contrasto come il bianco e il nero. Bianche, infatti, le ambientazioni per le gamme a marchio Whirlpool e Kitchen Aid, neri i mobili che hanno ospitato le linee Hotpoint e Scholtès. Marchi e gamme con identità precise, per clienti con caratteristiche precise. Concetti di prodotto in contrasto che convivono; anzi, che sono stati enfatizzati chiaramente dallo stile espositivo scelto da Whirlpool Group, che ha accolto il visitatore con un palinsesto di eventi e cooking show lungo tutta la settimana.

 

Marginalità importanti

Whirlpool e Indesit: la distribuzione sembra stia accogliendo favorevolmente la nuova realtà. E a proposito di distribuzione abbiamo avvicinato Lamberto Gentili (foto), responsabile commerciale built-in di Indesit: “Il business è solido e continua a essere una reale opportunità, con marginalità importanti, ancora da sviluppare per gli specialisti di elettrodomestici” ci dice. Sì, perché è al rivenditore specializzato che il consumatore si rivolge in prevalenza quando deve sostituire un piano cottura, un forno o un frigorifero, e non va nei negozi di arredamento. Il parco “circolante ” degli elettrodomestici da incasso a fine vita è di dimensioni importanti; chi deve sostituire è  disposto alla spesa, ma ha un disperato bisogno di consigli e spiegazioni, a maggior ragione su un prodotto da inserire in una cucina già allestita. Apparecchi da incasso che possiedono una miniera di caratteristiche da evidenziare: pensiamo ad esempio alla  tecnologia Direct Flame, brevetto di Indesit Company per i piani cottura, 420 fori per una fiamma in verticale più efficiente. O al sistema 6° Senso - brevetto di Whirlpool - che nel microonde Urban con un selettore centrale governa molteplici combinazioni di cottura. Peccato che, tranne pochi casi di “specialisti” fra gli specialisti,  anche per l’incasso la leva più utilizzata sia ancora quella del prezzo. Nel frattempo sono arrivate notizie in chiaroscuro circa il piano di crescita che l'azienda ha presentato al ministero dello Sviluppo Economico nei giorni scorsi. Accanto a un investimento di 500 milioni di euro sono oltre 1300 gli esuberi previsti. Va detto, però, che siamo solo all'inizio della trattativa col governo e i sindacati.