Mercoledì, 10 Febbraio 2016 00:00

Al Salone del Mobile è l'anno di Eurocucina

L'ormai notissima fiera dell'arredo si svolgerà a Milano dal 12 al 17 aprile

Sarà l’evento più  importante e articolato di sempre, questa 55esima edizione del Salone del Mobile (Milano, 12-17 aprile 2016), incoraggiata  forse  dalla positiva esperienza vissuta con Expò, che peraltro si era ispirato al modello “Salone e Fuorisalone”, e  baciato da una favorevole “congiunzione astrale “  che  lo  pone in concomitanza con un altro evento top, l’Esposizione Internazionale della Triennale di Milano ‘Design after Design’, di ritorno dopo vent’anni. A Milano accadrà dunque una “straordinaria primavera di Design”, come l’ha definita il sindaco, presente alla conferenza stampa. Tutto esaurito. L’area espositiva di Rho, 207.000 metri quadrati, ospiterà oltre 2300 operatori, più di seicento dei quali sono i giovani designer del  Salone  Satellite, alla 19esima edizione, dedicato a  progetti e prototipi sviluppati attorno al tema ”nuovi materiali, nuovo design”, che verranno presentati insieme a  progetti attinenti alle biennali di turno al Salone: Eurocucina e Salone internazionale del Bagno. Il nostro occhio è ovviamente puntato sull’edizione di Eurocucina e FTK (Technology for the Kitchen) - 120 espositori su 23.000 metri quadrati - in cui saranno presentate le novità in fatto di cucine di pregio, con soluzioni di funzionalità e qualità, a testimonianza di una rinnovata attenzione al consumatore. E con particolare attenzione guarderemo soprattutto ai 40 espositori di FTK che  porteranno su 12.000 metri quadrati elettrodomestici da incasso e cappe all’insegna della tecnologia.  Efficienza tecnologica, efficienza energetica, facilità d’uso e ricerca estetica sono, infatti, i temi  distintivi degli elettrodomestici che si inseriscono nella cucina “connessa” di  Eurocucina 2016.

 

Gli eventi collaterali

Oltre  la parte espositiva, ricca di per sé, sono tre gli eventi collaterali principali: in fiera, una mostra-evento dedicata all’arredo classico, “Before Design: Classic”, che racconta al mondo il gusto classico “made in Italy”, inteso come categoria trasversale dell’abitare, senza tempo e perciò fortemente contemporaneo. Storia raccontata anche attraverso un cortometraggio d’autore firmato da Matteo Garrone, il regista di Gomorra; una suggestione totale, a giudicare dai pochi fotogrammi visti in anteprima. Mentre in città – al palazzo della Triennale - sarà inaugurata la mostra “Stanze, altre filosofie dell’abitare”, nell’ambito della XXI Triennale International Exhibition, in cui 11 progettisti noti e affermati propongono il loro  senso  dell’architettura d’interni applicato al progetto di una stanza. Al “the Mall Porta Nuova”, nel Brera Design District di Milano, ci sarà inoltre l’innovativo evento – mostra mercato - dedicato alle finiture per l’architettura, in collegamento diretto con il Salone del Mobile, in cui superfici, pavimenti, porte e finiture d’interni sono presentati in un allestimento suggestivo.  E poi i mille appuntamenti del Fuorisalone sparsi per tutta Milano. A Rho, nella sola area espositiva, sono attesi - di soli addetti ai lavori - più di 300.000 visitatori, il 70% dei quali proviene dall’estero, da oltre 160 Paesi. Un appuntamento irrinunciabile per chi opera in questo settore, per la varietà e la qualità dell’offerta in termini di prodotto e soluzioni e per la vetrina di trend e innovazioni. Un “momento di business” che lo scorso anno ha generato un indotto di 221 milioni di euro.  Una nutrita comunità internazionale, quasi una piccola città, che calerà a cui Milano - e l’Italia - offrirà il meglio della sua produzione, con tutto il suo valore tecnologico, artistico e culturale.