Mercoledì, 09 Novembre 2016 00:00

Whirlpool: in Italia già investiti 220 milioni

Oggi incontro romano dei vertici aziendali con le istituzioni pubbliche per verificare l'attuazione del piano industriale

In occasione della riunione di monitoraggio svoltasi oggi a Roma presso il Ministero dello Sviluppo Economico, alla presenza del viceministro Teresa Bellanova, dei sindacati e dei rappresentanti delle amministrazioni regionali, Whirlpool Corporation ha illustrato i progressi relativi all’attuazione del piano industriale Italia, siglato a Palazzo Chigi il 24 Luglio 2015. Nello specifico, a 15 mesi dalla firma sono stati investiti 220 milioni di euro in processi, prodotti e ricerca & sviluppo. Inoltre, come previsto dall’accordo, ognuno dei 6 siti industriali presenti sul territorio italiano ha ora una sua missione unica e sostenibile. A Cassinetta di Biandronno, in provincia di Varese, il polo dell’incasso per la regione EMEA; a Melano, nelle Marche, il polo EMEA dei piani cottura; a Siena i congelatori orizzontali; a Comunanza nelle Marche, le lavasciuga; a Napoli le lavatrici di alta gamma e infine a Carinaro (CE) il polo per le parti di ricambio e gli accessori. L'attuazione del piano ha permesso di integrare 16 piattaforme produttive su 19  ed il lancio di numerosi nuovi prodotti.

 

Integrazione tra le due piattaforme

Il polo per la produzione di piani cottura di Melano (AN) raggiungerà a breve la piena potenzialità produttiva delle sue linee attraverso l’integrazione di tutte le piattaforme produttive di Indesit e Whirlpool, precedentemente localizzate in altri siti italiani e in Polonia. Da questo stabilimento modello usciranno in un anno più di due milioni di unità destinate a tutti i mercati dell’area EMEA (Europa, Medio Oriente, Africa). In parallelo lo scorso 2 novembre è stato aperto ad Albacina il nuovo Company Store. Il mercatino va ad aggiungersi agli outlet Whirlpool già presenti sul territorio nazionale a Cassinetta (Varese), Napoli, Siena e None (To) e a quelli futuri di Comunanza e Carinaro la cui apertura è prevista entro il 2017. Lo scorso 10 ottobre è stata avviata l’attività del nuovo polo EMEA per le Parti di Ricambio e Accessori a Carinaro (CE), ed a partire dal 1° gennaio il sito opererà a regime.

Procedono intanto i lavori per lo spostamento del quartier generale EMEA dell’azienda da Comerio (VA) a Pero (MI), che rimane confermato per il primo trimestre 2017. 

 

Futuro sostenibile per il sito della sede attuale

Alcuni giorni fa è stato firmato un importante protocollo d’intesa tra Whirlpool, Comune di Comerio e i due atenei varesini, LIUC e Università degli Studi dell’Insubria per valorizzare e dare un futuro sostenibile al sito dell’attuale sede. Il documento prevede la costituzione di un gruppo di lavoro finalizzato alla ricerca di soluzioni di riutilizzo dell’area e alla definizione di un percorso virtuoso di valorizzazione, con l’obiettivo di promuovere lo sviluppo economico locale.  “Oggi  - ha commentato Davide Castiglioni, Amministratore Delegato Italia e Vice Presidente Operazioni Industriali di Whirlpool EMEA - abbiamo avuto modo di illustrare gli importanti e imprescindibili progressi compiuti negli ultimi mesi nell’adempimento degli impegni presi 15 mesi fa. Ancora una volta Whirlpool dimostra di mantenere le proprie promesse, ma soprattutto consolida una modalità virtuosa di continuo confronto e collaborazione con le parti sociali e con le istituzioni, propria del modello Whirlpool di relazioni industriali”.