Venerdì, 23 Dicembre 2016 00:00

Torna sul mercato il marchio Sèleco, acquisito da Twenty

L'amministratore Maurizio Pannella: "Puntiamo a rilanciare il brand, made in Italy e ad alto valore aggiunto"

Torna in grande stile il marchio Sèleco nel mercato italiano, con la sua acquisizione da parte della società italiana Twenty nel mese di dicembre. L’azienda punta a ridare vita a un brand dal valore elevato, già noto al consumatore finale. L’acquisizione comprende quella delle linee di assemblaggio e di tutto il patrimonio industriale a corredo: attrezzature di produzione, stampi, progetti e disegni, insomma tutto quanto è stato - ed è rimasto - della storica divisione Zanussi, nata negli anni ’60 in pieno boom del mercato dei televisori in Italia e divenuta poi negli anni ’80, da indipendente, il primo produttore italiano di televisori a colori con il 13% di quote di mercato nazionale.

 

Elettronica di consumo made in Italy

Perché non possiamo fare in Italia prodotti tecnologici, ad esempio i tv? La strategia di Twenty risponde a questa domanda. La volontà dell’azienda - e del suo amministratore Maurizio Pannella (nella foto) - è ora una realtà. “Con il trasferimento delle linee di assemblaggio nella sede di Como - spiega Pannella - Twenty vuole rilanciare Sèleco come un brand made in Italy, avviando una produzione in linea con le caratteristiche di una tale denominazione. Una bella sfida per un mercato prepotentemente dominato dall’Oriente”. L’iniziativa segue il trend industriale confermato pochi giorni fa da Ceced Italia, che vede il ritorno nel nostro Paese di produzioni ad alto valore aggiunto. La strategia e il restyling delle gamme Sèleco puntano infatti a prodotti premium, apparecchi in alta definizione da 24 a 55 pollici, tecnologie e design avanzatissimi, distribuiti esclusivamente nel canale specializzato a partire da aprile 2017. “Vorremmo contribuire al rilancio di una certa industria italiana - continua Pannella - e trasferiamo l’assemblaggio Sèleco a Como perché lì abbiamo la nostra sede e le strutture adatte. Anche se non è stato facile guardare in faccia le maestranze friulane che ci hanno accompagnato durante i nostri sopralluoghi a Pordenone e vedere la delusione con cui hanno accolto la notizia del trasferimento”. Un commento, questo, che fa onore al business manager e racconta forse più di tante parole l’impostazione “a misura d’uomo” dichiarata dall’azienda.

 

Capitale, capitale umano e investimenti

L’azienda, che conta ora un organico di una ventina di persone, guidata dal triumvirato di Maurizio Pannella amministratore unico, Enrico Ligabue alla direzione commerciale e Salvatore Giugno alla direzione generale, si prepara con adeguati strumenti a sviluppare i propri progetti. E’ stato, infatti, approvato oggi un aumento di capitale a 2 milioni di euro, a seguito della recente fusione per incorporazione di Twenty spa con Cr Costruzioni Residenziali srl, partecipata al 100%, che ha portato a 5 milioni di euro il patrimonio aziendale. Pannella ha commentato il nuovo assetto patrimoniale come un segno tangibile dei soci del Gruppo volti a dotare la società di mezzi operativi necessari e adeguati al progetto industriale definito nel business plan, con l’obiettivo di raggiungere in tre anni 40 milioni di euro di fatturato. Intanto, per i marchi Saba, Nordmende e Magnadyne gli affari vanno bene, con vendite per 10 milioni di euro. In particolare, Twenty punta ora su Magnadyne, marchio di proprietà dell’azienda, che sarà protagonista della sua prima campagna pubblicitaria per il lancio dei nuovi tv Led full hd. Gli spot di 15” andranno in onda per due settimane, su La7 e La7D dal 25 dicembre al 7 gennaio, presidiando tutte le fasce di ascolto e il prime time. Si tratta di uno storytelling del marchio: la scena si apre con un interno di famiglia che guarda la tv, sono gli anni ’50 e l’apparecchio è un Magnadyne d’annata, ma si scopre che è un filmato e viene dallo schermo di un moderno flat tv, con il payoff in chiusura “Nuovo TV LED MAGNADYNE, la rinascita di una lunga storia”. A scorrere, i modelli più importanti della gamma, che comprende tv led da 24” a 55”, anche full hd. Da sottolineare che, coerentemente con la filosofia aziendale, i tv di questo storico marchio sono prodotti in Europa.