Stampa questa pagina
Martedì, 13 Giugno 2017 00:00

Molti vorrebbero vendere, loro si "comprano" l'azienda: la bella storia dei fratelli Fumagalli (Candy)

Salita al 90% la loro quota nella holding di famiglia. Ricavi consolidati a +10% sul 2015

In tempi nei quali non pochi imprenditori del trade se ne scapperebbero a gambe levate da un mercato che non riescono più a capire, ma non possono farlo perché la loro azienda non stimola appetiti, c'è chi si gioca tutto o quasi. E non è un "nessuno" qualsiasi. I fratelli Fumagalli, Aldo e Beppe, si "comprano" la loro azienda e oggi controllano il 90% del capitale della holding di famiglia. I soci Maurizio e Silvano Fumagalli e gli eredi di Eden Fumagalli hanno infatti ceduto, complessivamente, il 40% delle loro azioni. Silvano Fumagalli rimane consigliere di amministrazione di Candy spa. L'assemblea dei soci di Candy Group ha approvato il bilancio dove si legge che i ricavi consolidati sono pari a 1,035 miliardi di euro, in crescita del 10% rispetto al 2015. L’incremento della quota di mercato detenuta dal Gruppo in Europa è del 20% circa. L’Ebit consolidato si attesta a oltre 48 milioni di euro (+87% sul 2015). “Il passaggio delle azioni di Candy S.p.A. all’interno delle nostre famiglie avviene in totale continuità rispetto al passato e ci permette di rafforzare la governance di Candy Group in vista delle importanti sfide che ci attendono”, ha affermato il CEO di Candy Group, Beppe Fumagalli (foto). “Il nostro piano industriale 2017-2019, che prevede oltre 100 milioni di euro di investimenti - ha continuato Fumagalli - ha l’obiettivo di raggiungere nei prossimi cinque anni un fatturato consolidato di 2 miliardi di euro”.