Lunedì, 11 Giugno 2018 13:01

Gli agenti di vendita (alcuni) provano a cambiare testa

Sell Out Evolution è un consorzio di agenti che mettono in campo attività che vanno ben oltre quelle tradizionali per favorire, sull'intero territorio nazionale, l'uscita del prodotto dal negozio.

Quasi per caso ci siamo imbattuti in un nuovo modo di intendere l’attività dell’agente di vendita, una di quelle figure professionali che molte aziende hanno ritenuto ormai inutile nella gestione del rapporto con i punti vendita sul territorio. Sia chiaro: una decisione, questa, dettata anche dall’indisponibilità di una parte consistente di agenti di ripensare il proprio ruolo, adattandolo a un mercato profondamente cambiato negli ultimi anni e quindi alle nuove esigenze delle industrie e del trade. Insomma, chi è causa del suo mal pianga se stesso. Tutto vero. Però c’è anche qualcuno che, dopo una vita da classico agente tutto “contratto e ordine”, sta provando a rispondere a questo mercato rivoltato come un calzino. Da pochi mesi è nato “Sell Out Evolution”, un consorzio di agenti in grado di coprire l’intero territorio nazionale, con base operativa a Bologna, che si pongono l’obiettivo detto chiaramente nel nome della compagine: il sell out. E per centrarlo c’è bisogno di realizzare una serie di attività piuttosto complesse, ma anche essenziali per far uscire il prodotto dal negozio. Si va da field marketing al refilling, al replenishment, al monitoring, al merchandising, alla formazione. Ovviamente senza dimenticare le analisi di vendita. I punti di forza del consorzio Sell Out Evolution sono due: l’esperienza di coloro che ne fanno parte e, l’abbiamo già detto, la copertura del territoriale nazionale. Due “armi” attraverso le quali garantire una brand promotion di qualità. Ma a ben vedere esiste un terzo punto di forza per Sell Out Evolution: quello di essere composto da agenti che provano a cambiarsi la propria mentalità e a dare nuovo significato alla loro professione.