Giovedì, 08 Novembre 2018 18:38

Dyson vince in Europa: etichetta energetica da rifare per gli aspirapolvere

La sentenza del Tribunale dell'UE dà ragione all'azienda inglese e annulla il regolamento europeo previsto per gli aspirapolvere a filo. Ora servirà una nuova etichetta.

Il Tribunale dell’Unione Europea ha dato ragione a Dyson sull’etichetta energetica e annullato il regolamento europeo in fatto di etichettatura degli aspirapolvere con filo, introdotto in Europa nel settembre 2014. Il regolamento, elaborato dalla Commissione Europea, prevede che i test sugli aspirapolvere vengano eseguiti a contenitore vuoto senza polvere. A differenza degli apparecchi con tecnologia ciclonica, è possibile che la polvere accumulata durante l’utilizzo ostruisca gli aspirapolvere dotati di sacchetti e filtri, determinando spesso un calo della potenza di aspirazione. Secondo Dyson, i test di laboratorio per l’etichetta energetica non sono rappresentativi del reale utilizzo del prodotto. Inoltre l’etichetta UE ha discriminato una specifica tecnologia, il ciclone brevettato da Dyson. Con questa storica sentenza, la corte stabilisce che l'etichettatura energetica dell'aspirapolvere è annullata. La Commissione deve di conseguenza creare un'etichetta coerente con la sentenza del tribunale: questo potrebbe richiedere l'uso di test con aspirapolvere a pieno carico.