Venerdì, 10 Gennaio 2020 20:01

CES 2020 all’insegna dell’intelligenza artificiale

Sotto i riflettori dello show di Las Vegas le invenzioni per una vita quotidiana più facile che mai. Ma la punta di diamante è il tv: ancora più gigante, brillante e con la risoluzione inedita di 8K.

Elettrodomestici così smart che si sostituiscono quasi all’intelligenza umana, robot domestici creati per aiutarci in casa nella vita di tutti i giorni, auto elettriche con sistemi di infotainment e innovazioni in termini di ricarica e guida autonoma. E, naturalmente tecnologie per la salvaguardia del pianeta. Ma non è tutto: al CES 2020, il principale evento mondiale dedicato alla tecnologia che si chiude oggi 10 gennaio a Las Vegas, hanno sfilato invenzioni che mai avremmo saputo immaginare da sobri: gli smartphone con display e-ink, quelli cioè capaci di imitare l’aspetto dell’inchiostro sul foglio grazie alla luce del sole, per la gioia della batteria e il riposo degli occhi, fanno la loro comparsa anche nelle versioni a colori; i prodotti wearables, dallo smartwatch allo smartband, fedeli nello sport e non solo, sanno ormai tutto di noi, pure l’inclinazione della nostra caviglia durante una sessione di allenamento outdoor, come accade con le scarpe a sensori che ci fanno risparmiare fiato ed energia durante la corsa.

Al Consumer Electronics Show di quest’anno ci siamo sorpresi di fronte alla stampante che fa tatuaggi temporanei a getto di inchiostro in tre secondi di lancetta, al piano a induzione portatile creato per i piccoli spazi e per cucinare in ogni ambiente della casa, e alla sedia a rotelle dal guscio solido e confortevole nata per viaggiare fino a 38 km orari. Alla kermesse non potevano mancare i pc dallo schermo pieghevole (con tastiere ancora in voga, ma vendute a parte), i taxi volanti per spostarsi in città, anche se qui siamo ancora ai prototipi, e pure i sex toys, fantasiosi e connessi al passo coi tempi. Ma i veri protagonisti di questa edizione di CES sono stati ancora una volta i tv. Grandi, anzi grandissimi, dai 75 pollici in su e con risoluzioni inedite (8K), sono andati in scena nei “panni” di schermi arrotolabili o srotolabili direttamente dal soffitto. Senza cornici perlopiù, per un’emozione che sembra espandersi nello spazio, sanno talvolta ruotarsi di novanta gradi lasciando la libertà di una visione anche in verticale, proprio come i Millennials ci hanno abituato a scrollare su tablet e cellulari.

2020-Samsung-QLED-8K-Q950TS_Front2.jpg

Qualche esempio? I televisori della gamma QLED 8K di Samsung, ultrasottili e con audio surround avanzato. Il modello Q950TS (foto sopra) introduce in particolare l’Infinity Screen, per un’esperienza avvolgente supportata da AI Quantum Processor 8K, il processore che offre funzioni integrate di upscaling in grado di offrire una conversione automatica dei contenuti alla massima risoluzione di 8K. Se la funzione Adaptive Picture ottimizza lo schermo in base alle condizioni ambientali e alle immagini in riproduzione, AI Quantum aiuta a potenziare la piattaforma di smart home aperta della casa coreana (Tizen) consentendo agli spettatori di sperimentare qualità di immagine e fruibilità. Si espande infine l’ecosistema 8K per fornire una riproduzione di contenuti 8K anche da provider come YouTube, senza interruzioni.

Risoluzione 8K e processore con intelligenza artificiale - α (Alpha) 9 Gen 3 - anche con la home entertainment firmata LG: secondo TÜV Rheinland la nuova gamma di tv 8K 2020 composta dai modelli OLED 8K a marchio LG SIGNATURE e dai tv LG NanoCell supera lo standard di definizione. A metterli sul podio dell'innovazione non è solo l'esperienza Real 8K di immagini pure e realistiche, ma anche lo sguardo verso il futuro, come dimostra la possibilità di riproduzione di contenuti 8K nativi grazie al supporto di ingressi digitali USB e HDMI, inclusi codec come HEVC, VP9 e AV1 (quest’ultimo supportato dai principali fornitori di streaming tra cui YouTube).

Hisense_CES 2020 (3).jpg

Coi suoi quattro Laser TV (foto sopra) Hisense punta invece sull’innovazione nel campo del suono, da sempre a braccetto con lo studio e la ricerca tecnologica per offrire immagini di grande realismo nelle forme più eleganti e raffinate: Trichroma Laser TV L9 da 75 e 100 pollici, Laser TV L5, Sonic Screen Laser TV e il prototipo Self-Rising Screen Laser TV (con schermo avvolgibile) incarnano per Hisense il futuro della visione domestica, sinonimo di brillantezza, contrasto elevato e colori naturali, in uno spettro che copre fino al novanta per cento dei toni riconoscibili dall’occhio umano. Secondo i dati riportati da CMM (China Market Monitor Co), da gennaio a novembre 2019 le vendite complessive dei Laser TV – dove le immagini vengono create mediante la luce emessa da una sorgente luminosa laser - sono aumentate del 107%. Nel mercato dei televisori a colori si tratterebbe della categoria di prodotti con la crescita più rapida negli ultimi anni.

Fiore all'occhiello di CES 2020 è la tecnologia Mini-LED: è di casa TCL il televisore con retroilluminazione Mini-LED ad alte prestazioni. Con la tecnologia Quantum Contrast l’azienda ha raggiunto un nuovo standard per la qualità di immagine nei televisori grazie a decine di migliaia di singoli Mini-LED che alimentano i pannelli dei modelli premium. Il risultato? È racchiuso nel contrasto e nella brillantezza del tv. “TCL è orgogliosa ed entusiasta di essere presente al più grande show di tecnologia e di poter salire sul palco più importante per condividere gli ultimi sviluppi nel campo della tecnologia Mini-LED e presentare la propria vision nell’era dell’Intelligenza Artificiale e dell’IoT”, ha dichiarato Kevin Wang, CEO di TCL Industrial Holdings e di TCL Electronics.

S500W_E-PP-GE_K_standard_l191220.png

Siamo abituati alla purezza dell’immagine e non siamo più disposti al rumore di fondo neanche durante l’ascolto di podcast o pezzi d’autore: ecco perché Panasonic ci viene in soccorso con le cuffie True Wireless Noise Cancelling (foto sopra), sinonimo di connettività Bluetooth stabile e di una trasmissione efficiente della voce che offre buone prestazioni di chiamata tramite smartphone. Il modello top di gamma S500W, disponibile nei colori nero (foto), bianco e verde, vanta dimensioni compatte (circa 17 millimetri) e utilizza un sistema evoluto - Dual Hybrid - per l’eliminazione del rumore. Addio quindi al fruscio al di fuori delle cuffie e anche a quello all’interno del padiglione per una full immersion nella propria musica preferita. È sufficiente toccare il sensore tattile per passare alla modalità Ambient Sound, che acquisisce i suoni esterni durante l'ascolto. True Wireless Noise Cancelling è compatibile con assistenti vocali come Siri e Google Assistant, attivabili anch’essi attraverso il sensore tattile dell'auricolare.

Nel bianco e nel piccolo elettrodomestico non mancano invenzioni e sorprese, dalla refrigerazione al lavaggio fino alla cura della persona. Qui, ad esempio, il rasoio dalla lametta riscaldata ricrea la sensazione indimenticabile dell’asciugamano caldo applicato dal barbiere sulla pelle per ammorbidirla e distenderla, mentre lo spazzolino elettrico registra i movimenti del lavaggio e li utilizza per suggerirci come migliorare la pulizia di ogni arcata dentale. Un robottino può intanto portare la carta igienica a chi si accorge di aver finito il rotolo. E a fine seduta un sensore di odore avvertirà i malcapitati di aspettare il ricambio d’aria prima di riutilizzare il bagno.

Tra maxi display e soluzioni per una conservazione di lunga durata, i frigoriferi presentati alla fiera statunitense corrono su un solo fil rouge: quello dell’intelligenza artificiale, che elabora costantemente un inventario del tutto personalizzato per verificare ciò che abbiamo (e magari non sappiamo) di avere sui ripiani, prima di proporci la ricetta della cena imminente. Manca il latte per domani mattina? Il frigo ci ricorderà di passare al supermercato. I pannelli sul cruscotto possono farci vedere l’interno senza aprire lo sportello, o aprirci qualche nuova finestra sul mondo attraverso l’accesso al web.

LG AI DD WM_01.jpg

Le sorprese fioriscono anche nel lavaggio e si muovono anch’esse sull’onda dell’intelligenza artificiale. Un caso su tutti? Vincitrice del CES Innovation Award 2020, la nuova lavatrice a carica frontale LG ThinQ di LG Electronics (foto sopra) è dotata del motore Artificial Intelligent Direct Drive (AI DD) e offre il servizio di assistenza clienti AI-powered Proactive Customer Care: sa inoltre rilevare peso e volume di ogni singolo carico di biancheria identificando anche i diversi tessuti presenti nel cestello. Utilizzando una tecnologia di deep learning (l’apprendimento da parte delle macchine attraverso dati raccolti tramite l’utilizzo di algoritmi) la lavatrice confronta le informazioni raccolte con oltre 20mila combinazioni di lavaggio per impostare il ciclo più adatto al carico. Controllo dei movimenti del cestello, della temperatura e del tempo di esercizio completano il funzionamento dell’apparecchio, per un’efficacia superiore al passato e una più lunga vita ai capi. La funzione ezDispense permette di dosare automaticamente la giusta quantità di detersivo liquido e ammorbidente in base ai tessuti e al peso del carico nel momento più corretto del ciclo di lavaggio. Infine, grazie alla funzione LG Smart Pairing, lavatrice e asciugatrice comunicano per attivare le impostazioni di asciugatura ottimali.

Un panorama di innovazioni che sembra imprimere un segno positivo al mercato, soprattutto alla luce delle previsioni favorevoli presentate in occasione di CES 2020 da GfK. Che dopo un 2019 stabile, ipotizza infatti una crescita del 2,5% per il mercato globale della tecnologia di consumo, per un giro d’affari che dovrebbe superare il trilione di euro nel mondo. La crescita, secondo GfK, sarà trainata in particolare dal comparto telecomunicazioni (+3%), piccoli elettrodomestici (+8%) e grandi elettrodomestici (+2%).