Stampa questa pagina
Lunedì, 14 Dicembre 2020 15:55

I colori della tecnologia

È con prodotti vivaci e accattivanti che Howell si distingue nel cosmo di piccoli elettrodomestici. E in questo mese di dicembre è in onda uno spot su Sky. Ne parliamo con Roberto Vela, proprietario e amministratore unico.

Roberto Vela, proprietario e amministratore unico di Howell Roberto Vela, proprietario e amministratore unico di Howell

Il piccolo elettrodomestico è una galassia fittissima di marchi e produttori che affollano un mercato polverizzato e sempre più vario: cosa impone tale contesto agli operatori del settore? Una cosa in particolare, crediamo: distinguersi dai propri competitor con una strategia originale e ritagliata sul proprio pubblico. La brand reputation di cui molto si parla è un bagaglio da costruire nel tempo a suon di credibilità e qualità, e soprattutto con la giusta dose di coraggio. Quello che non manca a un’azienda come Howell, marchio specializzato nel ped per la casa, la cucina e la cura della persona, oltre che nel trattamento dell’aria, con un catalogo di circa 170 referenze. Roberto Vela, proprietario e amministratore unico (foto), ce ne racconta storia e strategie.

Vela, chi è Howell in Italia?

“La nostra è un’azienda familiare nata nel 2007 e impegnata in questo mercato da anni. Abbiamo in carico il marchio Howell ed abbiamo coltivato un’identità precisa e distintiva rispetto ai concorrenti: abbiamo puntato su una tecnologia avanzata, un rapporto qualità-prezzo interessante e un prezzo al pubblico democratico. In particolare, nel corso di questo 2020 ci siamo occupati di un restyling completo dell’offerta dal punto di vista dell’estetica, da sempre cavallo di battaglia del brand”.

Quanto conta oggi il design per un piccolo elettrodomestico?

“Si tratta di un aspetto fondamentale sui cui abbiamo infatti concentrato gran parte delle nostre energie: siamo convinti che, per un prodotto dalle dimensioni importanti come quelli a marchio Howell, destinati peraltro, specie nel caso dei ped per la preparazione dei cibi, a stazionare sul piano di lavoro in cucina, il design sia il punto di forza in grado di fare la differenza. Ecco perché abbiamo deciso di investire sul rinnovamento estetico di circa cento referenze a catalogo”.

Cosa vi differenzia rispetto ai competitor?

“Senza dubbio il colore. Basta dare un’occhiata ai nostri nuovi modelli per accorgersene, e il claim ‘Howell colora la tua casa’ lo conferma. In questo anno fuori dagli schemi, che ci ha tra l’altro regalato un incremento di fatturato esponenziale fino a luglio, abbiamo quindi deciso di lanciare un messaggio chiaro e positivo al consumatore finale: quella firmata Howell è una gamma di prodotti simpatici e accattivanti, riconoscibili, oltre che di qualità”.

Come avete comunicato questo messaggio al consumatore?

“Con uno spot dai toni allegri e vivaci – come i nostri prodotti – e una piacevole musica di sottofondo. È declinato in due versioni da 15 secondi ciascuna: una per ferri da stiro, frullatore e mixer a immersione, e l’altra per l’ampia gamma di asciugacapelli. Ma non è tutto: durante questo mese di dicembre lo spot è infatti in onda su Sky”.

Un investimento di non poco conto per un’azienda a conduzione familiare.

“Abbiamo lanciato il cuore oltre l’ostacolo con il desiderio e l’impegno di offrire al nostro pubblico una linea di prodotti che siano veri alleati di ogni giorno. Forti di una presenza omnicanale sull’intero territorio nazionale, retail specializzato in primis, ma anche in alcune catene della gdo, siamo certi di poter offrire affidabilità nel tempo e una piena soddisfazione di utilizzo”.

Quali sono i vostri cavalli di battaglia?

“I forni innanzitutto, sia elettrici che a microonde. Ma puntiamo molto anche sui prodotti stagionali e per il riscaldamento supplementare: ventilatori, raffrescatori e stufe elettriche. Due categorie che, insieme, rappresentano il 45% del nostro fatturato. Ci aspetta ora un anno creativo dal punto di vista della ricerca e dello sviluppo, con molti progetti in cantiere. Intanto, chiudere questo 2020 con gli stessi numeri dello scorso anno è per noi un ottimo risultato”.

Galleria immagini