Domenica, 24 Marzo 2024 16:57

Contributi ambientali, ora c’è più trasparenza

In linea con la normativa, il consorzio Cobat RAEE ha reso i listini consultabili da chiunque sul proprio sito. Una maggiore tutela per produttori e importatori. Intervento del presidente Michele Zilla.

Michele Zilla, co-amministratore delegato di Cobat RAEE Michele Zilla, co-amministratore delegato di Cobat RAEE

Se c’è un elemento contenuto nel nuovo (e molto discusso) Decreto “Concorrenza” che Cobat RAEE ha voluto da subito abbracciare, è senz’altro la modifica dell’articolo 8 del D.lgs. 49/2014 in materia di obblighi dei sistemi di gestione dei Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche. Secondo tale modifica, entrata in vigore alla fine del 2023, i sistemi sono tenuti a diffondere e rendere pubblici i valori dei “contributi ambientali”, differenziati per ciascuna apparecchiatura, entro 30 giorni dalla determinazione degli stessi. Condividendo a pieno il principio di trasparenza che sottende la nuova disposizione, la risposta di Cobat RAEE non si è fatta attendere. I listini divisi per categorie e dedicati a nuovi produttori, soci storici e comparto fotovoltaico sono consultabili da chiunque sul sito web del consorzio, all’interno di una pagina dedicata.

Concorrenza leale

È chiaro - per noi di Cobat RAEE - che rendere noti questi importi significa garantire una concorrenza trasparente tra i consorzi, tutelando ancor di più i produttori e gli importatori, i quali in questo modo sono messi nelle condizioni di poter fare le proprie scelte in modo più consapevole, eleggendo il sistema che si dimostra maggiormente affidabile e trasparente. Ecco perché sul nostro sito i produttori e gli importatori di AEE trovano listini dettagliati relativi al contributo ambientale, che è lo strumento utilizzato per finanziare le operazioni di ritiro, trasporto, trattamento e recupero dei RAEE presso i Centri di Raccolta, e viene versato al consorzio di adesione in base a quanto immesso sul mercato nazionale. Ricordiamo, infine, che il contributo può essere visibile (espresso in euro/pezzo) o internalizzato (espresso in euro/kg). Nel caso del contributo visibile, il produttore - al momento della messa a disposizione sul mercato nazionale di un’AEE - applica il contributo sul prezzo di vendita dell’apparecchiatura stessa, indicandolo separatamente nelle proprie fatture di vendita ai distributori. La presenza del contributo può essere resa nota nell’indicazione del prezzo del prodotto all’utilizzatore finale. Nel caso di un importo internalizzato il produttore, al momento della messa a disposizione di un’apparecchiatura elettrica ed elettronica sul mercato nazionale, include nel prezzo di vendita quanto dovrà versare al consorzio. La presenza del contributo non sarà quindi visibile nelle fatture di vendita ai distributori e quindi all’utilizzatore finale.

Michele Zilla

Presidente Cobat RAEE