Mercoledì, 23 Ottobre 2013 00:00

Unieuro-Sgm: "Molto preoccupati per le modalità dell'operazione"

Parla Andrea Paparo, assessore provinciale alle Politche del Lavoro. Nuovo appuntamento per l'11 novembre

A poche ore dalla chiusura del primo incontro tra sindacati, Unieuro e Sgm presso la Provincia di Piacenza sui destini delle sedi amministrative e logistiche di Piacenza e Monticello d’Alba (Cn), e soprattutto dei circa 160 dipendenti, abbiamo avvicinato colui che ha convocato e coordinato l’incontro, l’assessore provinciale alle Politiche del Lavoro Andrea Paparo (foto).

Allora, il primo incontro è andato peggio del previsto, assessore?

“Peggio del previsto in quanto è stata ipotizzata la chiusura anche della parte logistica di Unieuro. Dico ipotizzata perché Sgm ha ribadito che fino a quando non si sarà il via libera da parte dell’Antitrust non si sbilancia su alcun ragionamento e ci tiene a mantenere un ruolo di non coinvolgimento. Voglio sottolineare che si sono manifestate intenzioni, non decisioni. Probabilmente si è trattato di un incontro deludente perché mi aspettavo, pur comprendendo la delicatezza della situazione, di entrare un po’ più nel merito del problema, sui numeri soprattutto. Insomma, si è trattato di un incontro interlocutorio”.

Cosa succede ora?

“Succede che ci rivediamo l’11 novembre per approfondire di più alcune richieste sindacali. In quella data, se ancora non ci sarà stato il closing, Sgm non potrà trattare alcuni aspetti e altri magari sì. Come istituzione abbiamo espresso preoccupazione anche sul tipo di modalità scelto per l’accordo. La nascita di una nuova società rispetto alla fusione rischia di penalizzare il territorio piacentino. Mi aspetto che anche l’incontro dell’11 sarà di natura interlocutoria. Da una parte abbiamo l’organizzazione sindacale che preme per aprire il confronto sugli aspetti pratici, dall’altro ci sono vincoli e volontà che impediscono di scendere nel concreto. Noi stiamo tentando di avvicinare le parti”.

La volontà di chiudere anche il magazzino espressa da Unieuro, a suo avviso, rientra in una normale tattica di sparare molto alto per poi prepararsi a trattare?

“Diciamo che chi ha più esperienza di me credo l’abbia sospettato. Non ho elementi per poterlo affermare, però c’è chi ha detto questo. Sgm ha manifestato l’intenzione di accorpare presso il suo centro direzionale di Forlì tutto il lavoro amministrativo di Piacenza e Monticello e ha escluso assunzioni. Credo, tuttavia, che quando si compiono certe operazioni siano necessarie riorganizzazioni profonde, nonostante mi sia stato detto che acquistare un elettrodomestico ci si metta lo stesso tempo che acquistarne due”.

La sento più ottimista sul versante del magazzino che su quello degli amministrativi…

“No, non dichiarerei questo. Aspettiamo ad approfondire diverse questioni”.