Giovedì, 16 Aprile 2015 00:00

Alessandro Butali confermato alla guida di Aires

Eletto per acclamazione. Divulgati i dati di mercato del primo trimestre

Aires, l'associazione che riunisce le insegne specializzate in elettrodomestici ed elettronica di consumo, ha rinnovato le proprie cariche. Alessandro Butali (già alla guida di Euronics), su proposta di Giuseppe Silvestrini (Unieuro), è stato confermato presidente per acclamazione. Inoltre il consiglio direttivo ora è composto, oltre che da Butali, anche da Stefano Biffi (Mediamarket), Roberto Omati (Expert), Giuliano Sbaraini (GRE) e Andrea Scozzoli (Unieuro). L’assemblea ha poi rivolto un sentito ringraziamento al Delegato RAEE Riccardo Pasini, già Vice Presidente dell’Associazione, per il prezioso contributo e la competenza in materia messe a disposizione della Aires e della Confcommercio nazionale. Il ruolo di Delegato in materia di RAEE viene ora ricoperto da Davide Rossi, direttore generale dell’associazione. Infine Silvestrini ha accettato la richiesta unanime dell’assemblea di proseguire l’incarico di delegato permanente presso il consiglio confederale di Confcommercio su cooptazione diretta da parte del presidente Carlo Sangalli.

 

Bene il primo trimestre

Nel frattempo l'associazione ha divulgato i dati di mercato relativi al primo trimestre 2015. Le sue imprese, che rappresentano oltre il 70% del totale mercato nazionale, hanno registrato una crescita del 4,9% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, per un fatturato totale di 2.23 miliardi di euro, contro i 2.13 miliardi dei primi tre mesi del 2014. La Telefonia si è confermata, ancora una volta, il settore trainante per l’intero comparto (+26,4), con un fatturato di 534.817 milioni di euro, seguito dall’Home Comfort – Condizionamento e Riscaldamento (+20,9), dai Small Domestic Appliances – Piccoli Elettrodomestici (+9,4) e dai Major Domestic Appliances - Grandi Elettrodomestici (+8,3). Ancora in terreno negativo il segmento Consumer Electronics - TV e Apparecchiature Audio-Video (-2,6). Dichiara il direttore generale Davide Rossi: “Dalle ultime settimane del 2014 stiamo assistendo ad una positiva inversione di tendenza, in via di consolidamento, anche se non dobbiamo dimenticare che arriviamo da oltre tre anni di difficoltà e che per ritornare ai livelli del 2010 ci vorrà ancora molto tempo e molto impegno, nonostante la favorevole congiuntura dell’economia. Analizzando i dati, risulta evidente come la vendita di smartphones cresca in maniera importante nel nostro canale: in particolare per questo tipo di prodotti i consumatori si rivolgono ai rivenditori specializzati che sono in grado di offrire prodotti all’avanguardia abbinati a un servizio altamente qualificato”. Per quanto riguarda il settore dei Grandi Elettrodomestici, va rilevato che la spinta positiva degli incentivi introdotti dal Piano Casa (l’Ecobonus in particolare), che aveva permesso nel 2014 una crescita del 3,7%, sta continuando a sostenere la domanda: nel primo trimestre 2015 si registra, infatti, un incremento delle vendite pari all’8,3%.