Domenica, 19 Aprile 2015 00:00

COMMENTO - La "guerra" tra Media World e Unieuro: a chi giova?

Tra robot regalati e buoni acquisto di pari valore del prodotto acquistato. Sì, ma...

La concorrenza tra Media World e Unieuro prosegue su binari sempre più indipendenti rispetto a un reale ascolto delle esigenze dei consumatori, rispondendo invece a logiche di risultati immediati di fatturato. Il colosso di Forlì è andato in promozione nelle settimane scorse regalando un noto robot da cucina targato Moulinex del valore di 699 euro, se ricordiamo bene, a fronte dell'acquisto di un altro prodotto. Ci mettiamo nei panni di quei consumatori che nei giorni o nelle settimane precedenti avevano acquistato quello stesso robot. Cosa penseranno ora del marchio Moulinex? E cosa ne penseranno tutti quei consumatori che navigando su internet trovano quel robot a prezzi molto diversi fra loro? Media World ha voluto rispondere dando però la sensazione di non poter contare sulla medesima forza di Unieuro. In questi giorni l'insegna tedesca gioca le sue carte sotto forma di un volantino in base al quale chi acquista il prodotto in promozione (che cambia ogni giorno) si porta a casa un buono acquisto di pari valore. Il problema è che i pezzi a disposizione nei punti vendita di ciascun prodotto in promozione, stando al volantino stesso, sono pochissimi: leggiamo di 300, 400, 500 pezzi. Solo in due casi su undici i pezzi a disposizione sono 1500 e 1000. Numeri che, se non sbagliamo i conti, vogliono dire tre o quattro prodotti per negozio. Forse cinque. Sono sufficienti per accontentare non diciamo tutti, ma se non altro una buona fetta di consumatori che decidono di approfittare della promozione? Noi crediamo di no. Purtroppo. E chi resta a bocca asciutta, magari già al mattino, come è successo a noi, che tipo di credibilità assegnerà a Media World e in generale all'intero settore? (g.g.)

 

Aggiornamento del 22 aprile 2015

 

L'Unione Consumatori denuncia Mediamarket all'Autorità Antitrust

"Non possiamo accettare che i consumatori siano influenzati anche solo nella scelta del negozio dove fare acquisti da offerte commerciali di prodotti in realtà indisponibili". E' quanto dichiara Emanuela Dona, avvocato dell'Unione Nazionale Consumatori, annunciando la denuncia all'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato di Mediamarket S.p.a,  per la promozione denominata “Buono easy gift volantino 16-26 aprile”. Attraverso un volantino disponibile presso i punti vendita Media World e on-line sul sito www.mediaworld.it, Mediamarket ha, infatti, lanciato una promozione che prevede la possibilità di acquistare durante ogni giorno nel periodo 16-26 aprile 2015, un determinato “prodotto promozionato” per ottenere un buono sconto di importo pari al prezzo corrisposto per l’acquisto del prodotto stesso. "In realtà -spiega l'avvocato Dona, che si è occupata della denuncia- molti consumatori ci hanno segnalato che i prodotti in offerta sono introvabili già nella prima mattinata del giorno previsto per l’offerta. Del resto appare evidente che il numero di pezzi disponibili (per lo più da 300 a 600 e solo per due prodotti 1000 e 1500 pezzi) sia insufficiente a soddisfare la richiesta da parte dei consumatori anche in considerazione del fatto che l'offerta si riferisce a tutti i punti vendita Media World presenti in Italia e anche al canale di vendita on-line tramite il sito (circostanza non indicata nel volantino!)."  cid:image001.png@01D07CE7.ED48DF90"E’ orientamento consolidato -conclude Emanuela Dona- che inserire in volantini promozionali offerte di beni poi di fatto indisponibili proprio nel periodo della promozione, costituisce una pratica scorretta per il solo fatto di indurre il consumatore a recarsi nel punto vendita. Per questo ci auguriamo che l'Antitrust intervenga tempestivamente sanzionando la società, qualora riscontrasse l'irregolarità e soprattutto metta fine a questa pratica che non tiene in nessuna considerazione le esigenze dei consumatori, ma risponde invece a logiche di risultati immediati di fatturato per l'azienda".