Sabato, 27 Giugno 2015 00:00

LETTERA - Andronico (Bruno Euronics): "Grazie per il vostro lavoro appropriato e coraggioso"

Il Consumatore Misterioso di Bianco & Bruno e l'esperienza vissuta in un negozio dell'azienda

Gentilissimo,

 le scrivo due righe dopo la Riunione di ieri con i miei Store Manager in cui ho condiviso “ufficialmente” (già lo conoscevano grazie al “tam tam” interno) il suo post Facebook (e anche qui sul nostro sito, ndr) di una settimana fa relativo al Mystery Shopping da lei fatto nei punti vendita di Catania.
Ovviamente avevo provveduto già da subito ad avvisare la collega Maria Luisa, Responsabile Cliente del Punto Vendita di Catania.
Vorrei semplicemente ringraziarla per questo lavoro che fa, che trovo appropriatissimo e, mi permetta, anche coraggioso.
Appropriatissimo perché il nostro prodotto è il punto vendita: è lì che una Azienda costruisce le fortune sue e del mercato.
Il punto vendita, infatti, è il luogo dove incontriamo il nostro datore di lavoro, il cliente.
E chi incontra il cliente sono le nostre persone, che se ne assumono quindi la responsabilità (per questo le chiamiamo – e ci teniamo – Responsabili Cliente).
La grande sfida della Bruno (e di Euronics) è riuscire, pur avendo molti punti vendita (non più presidiati direttamente dall'imprenditore), a mantenere questo “focus”.
In questo ci aiuta molto la formazione di cui non sarò mai a sufficienza grato al Gruppo sia per gli investimenti che mette a fattor comune, rendendoli più sostenibili per ciascun singolo Socio, sia per avermene data la delega che, mi creda, è quella cui tengo di più.
E' fondamentale anche un rapporto personale costante con tutte le nostre persone (faticoso da mantenere ma entusiasmante)
Quando una persona come lei, che se ne intende, ci dà un feedback come quello ricevuto è per noi quindi una grande soddisfazione.

Grazie ancora

Maurizio Andronico

Bruno Euronics

 

PS: ovviamente sappiamo bene che, come tutti, abbiamo sempre da migliorarci. Da questo punto di vista il suo rigore di giudizio, anche qualora fosse un domani di correzione su qualcosa, non scalfirebbe quanto fin qui da me scritto, anche perché sono certo della sua simpatia (nel senso etimologico greco del termine) verso il nostro tentativo. Questo suo lavoro, oltretutto, aiuta a spostare l'attenzione dalla promozionalità come unica leva (che spesso è una scorciatoia a buon mercato) incentrandola su dove è più corretto che vada posta, punto vendita e cliente.

 

-------------------------------------------------------------------------------------------

 

Caro Ingegnere,

 

grazie a lei per aver acconsentito a pubblicare la sua lettera, giunta a titolo di ringraziamento personale, e per aver capito nel profondo lo spirito del nostro lavoro. So bene che ringraziare per una recensione positiva è più facile che farlo per una critica negativa (e comunque trovare la voglia e il tempo di dire "grazie" non è una consuetudine molto radicata oggi). Tuttavia le sue parole vanno molto oltre, cogliendo nel segno che le nostre analisi nascono dalla spudorata passione che abbiamo per questo settore e per i suoi operatori. Operatori che vanno stimolati, provocati: e chi è chiamato a svolgere questo lavoro (coraggioso, è vero) se non un giornale specializzato? (graziano girotti)