Domenica, 11 Ottobre 2015 00:00

LETTERE - "Non compri il nostro marchio: è una schifezza!"

I buyer delle insegne conoscono ciò che accade nei loro punti vendita?

Riceviamo da un noto manager di una notissima insegna nazionale quanto leggete sotto. Il punto vendita cui lui si riferisce riguarda un'altra notissima insegna nazionale. Questo è uno di quei casi in cui è assolutamente inutile fare nomi. Sia perché ci è stato chiesto di non farli, sia perché il tema posto a nostro avviso è più che mai fondato e trasversale a tutta la distribuzione.
PS: Ogni giorno che passa tocchiamo con mano quanto stiano crescendo le attese verso il nostro modo di fare informazione. Lavoriamo per restare all'altezza di quelle attese.
Ecco quanto è arrivato nella nostra casella di posta elettronica. (graziano girotti)

---------------------------------------------------------------------------------------------

"Ciao Graziano, volevo condividere con te l'esperienza di oggi che mi ha fatto molto riflettere. Mi sono fatto un giro in un punto vendita (nome dell'nsegna, ndr) e mi sono fermato a curiosare un fornetto del loro marchio privato (nome del marchio, ndr). Mi si avvicina un commesso molto preparato e gentile a cui chiedo info sul marchio e sulla garanzia, essendo un marchio a me sconosciuto. Mi risponde in modo estremamente garbato e professionale che si tratta di un loro marchio esclusivo, garantito da loro, e che nei due anni di garanzia in caso di guasto avrebbero provveduto a sostituirmelo direttamente in negozio o mi avrebbero rimborsato la somma spesa. Insomma avrei potuto acquistarlo in estrema serenità, fatto salvo per un piccolo particolare: il prodotto è una "schifezza" (testuali parole del commesso!!!) per tutta una serie di motivi tecnici che in maniera molto professionale mi ha elencato, portandomi a valutare prodotti di marchi leader chiaramente più costosi. La cosa mi ha fatto molto riflettere sul valore delle persone che abbiamo nei negozi e sull' incompetenza di tanti buyer che riempiono i lineari (e i siti web) di prodotti comprati a peso e che inevitabilmente deludono il cliente finale screditando l'insegna...meditiamo...ciao".