Mercoledì, 05 Aprile 2017 00:00

Carta del Docente: siglata la convenzione tra AIRES e MIUR

Ristabilita la Par Condicio tra operatori commerciali per l'erogazione del servizio

Raggiunto l’accordo tra AIRES-Confcommercio e il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca in merito al servizio “bonus insegnanti”. Nello specifico, la convenzione appena siglata è finalizzata all’inserimento di tutti gli associati AIRES nell’elenco degli esercenti che possono erogare tale servizio. Aires ha fornito al Ministero l’elenco completo dei punti vendita che, a causa di un problema burocratico legato alla formulazione del Decreto istitutivo della Carta del Docente, erano stati finora esclusi dalla piattaforma informatica messa a punto da SOGEI per conto del Ministero stesso. 

 

Una somma di 297 milioni a disposizione di oltre 750mila insegnanti

Da oggi dunque, in aggiunta agli oltre 1000 punti vendita fisici e online aderenti ad AIRES che stanno già erogando il servizio, si potranno accreditare anche tutti i rivenditori precedentemente esclusi. “Siamo sollevati per il risultato faticosamente raggiunto, che riporterà la Par Condicio tra gli operatori commerciali - ha commentato il presidente di AIRES Alessandro Butali a margine dell’assemblea generale dell’associazione tenutasi a Milano -: i nostri associati hanno tutte le condizioni per poter essere inseriti nella lista dei retailer idonei all’erogazione del servizio”. Un servizio, questo, che mette tra l’altro ancora a disposizione di oltre 750mila insegnanti la somma di 297 milioni di euro, da spendere entro il 31 agosto 2017. Ammonta solo a 84 milioni, infatti, la cifra di cui i docenti hanno fino ad ora usufruito. “Crediamo nella validità di questa iniziativa - ha sottolineato il direttore generale di AIRES Davide Rossi - che non deve essere letta come una misura volta a sostenere il nostro settore, ma come un vero e proprio supporto alla collettività”.