Sabato, 02 Dicembre 2017 00:00

LETTERA - "Se banalizzate perfino un phon..."

Riceviamo e volentieri pubblichiamo. E commentiamo

Cari Rivenditori,

 

La presente per informarvi che con la distribuzione del nostro ultimo modello di phon D7779 3D Remington (indipendentemente dal suo potenziale e/o possibile successo commerciale) abbiamo cercato, come anticipato anche nei nostri meeting, di preservarne il valore in quanto per noi rappresenta un prodotto innovativo e su cui abbiamo investito molto nella sua realizzazione. Pertanto abbiamo cercato di proteggerlo da una distribuzione selvaggia e cercato di essere molto selettivi (…).

 

Con rammarico noto che il settore nonostante la crisi “perde il pelo” (cioè perde potere in un mercato già difficile) ma non il “vizio“ (banalizzare sempre più il valore dei prodotti ) e per fortuna che non parliamo di tecnologia pura bensì di un asciugacapelli!

 

Vi scrivo questo in quanto iniziano i primi sintomi di sciacallaggio del prezzo sul web del nostro articolo, alimentato ovviamente non da noi ma da vostri soci e affiliati che a loro volta ridistribuiscono il prodotto in un libero mercato (sia chiaro) ove tutto è lecito, senza pensare che alimentano l’accelerazione di quel vortice che li soffocherà facendo svanire quel poco di vantaggio meritocratico che a volte le aziende corrette vi offrono per proteggere sia voi che loro stesse dall’erosione della marginalità e a garanzia del proprio futuro! 

 

Cordiali saluti

 

Walter Valli

Direttore Commerciale Spectrum Brands Italia

 

 

Valli non dice nulla di nuovo ribadendo il sacrosanto, ma fa una cosa - questa sì - più rara di un portafoglio gonfio di soldi trovato per strada: ci mette la faccia. Non è rilevante, in questa sede, specificare a chi sia stata spedita la lettera, a quali gruppi e a quali insegne. Questo è un settore che deve imparare ad accorgersi un secondo prima e non un minuto dopo che sta commettendo sciocchezze. Sciocchezze ammesse dalla legge, non lo dimentichiamo, tuttavia ciò non toglie che restino sostanziali sciocchezze. Che per di più si ritorcono prima di tutto contro quegli stessi rivenditori. Prendere posizioni tanto energiche significa per un brand come Remington rischiare i propri fatturati. E pertanto richiede molto coraggio. Però dimostra che quando l’azienda segue strategie coerenti e ne fa il primo valore da difendere, poi si hanno anche gli attributi per alzare la voce. Forse, allora, è proprio questo il migliore augurio da rivolgere al settore quando è appena iniziato l’ultimo mese dell’anno. La coerenza porta forza. (g.g.)