Mercoledì, 27 Dicembre 2017 00:00

Unieuro: nuove linee di credito (a condizioni migliori) per 190 milioni

L'obiettivo è finanziare la crescita futura con acquisizioni e aperture di punti vendita

Unieuro ha annunciato di aver sottoscritto lo scorso 23 dicembre delle nuove linee di credito per complessivi 190 milioni di euro con un pool di banche formato da Intesa Sanpaolo., Banco BPM e Gruppo Crédit Agricole, con Banca IMI in qualità di agente. L’operazione prevede l’accensione di tre distinte linee di credito, finalizzate tra l’altro a dotare la società di risorse aggiuntive a sostegno della crescita futura, tramite acquisizioni e aperture di nuovi punti vendita. Gli attuali affidamenti verranno per contro completamente estinti. 

Le nuove linee, comprendenti 100 milioni di Euro di term loan amortizing e 90 milioni di Euro di revolving facilities, presentano caratteristiche significativamente migliorative rispetto a quelle esistenti, in particolare: 

 

- una riduzione del tasso di interesse, che comporterà il sostanziale dimezzamento della spesa per interessi di Unieuro; 

- una duration di cinque anni, che prolunga al 2022 la scadenza del debito rispetto alle scadenze attuali (2019/2020); 

- una maggior flessibilità operativa legata alla riduzione del numero di istituti finanziatori, di convenant (da quattro a uno) e di vincoli contrattuali; 

- la rimozione delle garanzie reali a favore delle banche finanziatrici. 

 

Le nuove condizioni sono frutto del sensibile miglioramento del merito creditizio della Società - a sua volta derivante dai positivi risultati economico-finanziari e dallo standing guadagnato con lo sbarco in Borsa - nonché delle attuali favorevoli condizioni dei mercati finanziari. 

 

Italo Valenti, Chief Financial Officer di Unieuro, ha dichiarato: “La totale ridefinizione delle condizioni di finanziamento è per noi un’operazione di grande rilevanza, attuale e prospettica. Non soltanto Unieuro abbatte il costo dell’indebitamento, con riflessi immediati sulla redditività, ma si assicura flessibilità operativa e l’accesso a importanti risorse addizionali per finanziare la crescita dei prossimi anni”.  “Andiamo inoltre orgogliosi di come tre tra i maggiori gruppi bancari italiani ed europei ci abbiano accordato la propria fiducia, dimostrando di credere nel progetto strategico di Unieuro e nella sua capacità di generare valore”, ha concluso Valenti. 

 

 

L’erogazione delle nuove linee di credito è prevista per il mese di gennaio 2018, contestualmente al rimborso dei finanziamenti in essere, operazione che non genererà l’insorgere di oneri o penali.