Venerdì, 18 Maggio 2018 16:51

Euronics a braccetto con Zerowatt

Il brand del gruppo Candy gestito in esclusiva dall’insegna. Mesi di lavoro per un progetto che sta già regalando “risultati incoraggianti”. Ne parliamo con Stefano Polla, responsabile Mondo Casa e Category MDA di Euronics.

Tra le insegne distributive è scattata da tempo la rincorsa a dotarsi di marchi in esclusiva. Euronics ha raggiunto un accordo col gruppo Candy-Hoover per utilizzare il brand Zerowatt. Con Stefano Polla (foto), Responsabile Mondo Casa e Category MDA dell’organizzazione guidata da Alessandro Butali, abbiamo cercato di saperne qualcosa in più.

Allora, Polla, da cosa nasce questa collaborazione?
“L’evoluzione del mercato ha portato il retail a ridefinire le logiche distributive e di vendita. Gli aspetti cruciali, sui quali si gioca gran parte della capacità di sviluppo dell’insegna, riguardano la valorizzazione dei negozi e il supporto agli addetti alle vendite; la protezione del margine attraverso prodotti vincenti nel rapporto qualità/prezzo, che non subiscono la concorrenza dell’online che invece esibisce solo il prezzo. E non dimentichiamo il beneficio della riduzione dei costi attraverso l’efficienza e la concentrazione”.

Da qui la scelta di Zerowatt?
“Esatto. La scelta del gruppo Candy ovviamente è un elemento di rassicurazione per i nostri soci e Zerowatt, a sua volta, si porta dietro una riconoscibilità storicamente affermata”.

Lungo quali fasi si sta sviluppando il progetto?
“Intanto devo dire che la strategia è stata condivisa fin da subito dai soci che hanno elaborato un modello di distribuzione che riguarda solo l’insegna Euronics sia fisica che online. Dopodiché si è passati alla costruzione della gamma che si fonda su lavaggio, freddo e incasso. Poi è stata la volta della definizione delle condizioni e dei posizionamenti in una corretta scala prezzo, si è individuata la modalità gestionale, si sono formati gli addetti alla vendita, per arrivare infine all’esposizione del prodotto e alla creazione di volantini e promozioni”.

Un lavoro piuttosto complesso…
“E’ normale che sia così, soprattutto quando si tratta di un progetto strategico all’interno di un gruppo. Siamo certi porterà ai soci tante soddisfazioni nel medio periodo, non a caso abbiamo un orizzonte temporale di cinque anni. La cosa più importante è che il brand sarà presente e ben supportato dai nostri responsabili cliente in tutti i negozi Euronics; dunque abbiamo pensato alla strategia ma anche all’esecuzione”.

Quanto tempo vi ha richiesto?
“La discussione e l’approvazione del progetto hanno richiesto circa 8 mesi di lavoro; ora siamo in grado di analizzare i primi risultati di vendita: li possiamo definire molto incoraggianti soprattutto perché coerenti presso tutti i soci e le aree. Da sottolineare inoltre la soddisfazione degli affiliati che vedono il progetto come un ottimo servizio fornito loro dai soci stessi”.