Domenica, 05 Giugno 2016 00:00

Il clima su misura: comfort e salute a ritmo di app

Versatilità di funzioni e controllo remoto perché l'aria di casa sia pura e salubre con un touch

Silenzio e comfort abbracciano l’ambiente per offrire un clima ideale in ogni stagione con la sicurezza di un risparmio energetico scacciapensieri: accade coi climatizzatori più recenti e avanzati, nati per coccolare con sistemi di erogazione dell’aria ad alta efficienza, sia nelle versioni fisse che in quelle portatili. Belli ed eleganti, con finiture che spaziano dalla raffinatezza del total white al design accattivante dei pannelli comando a led, puntano su una capacità di refrigerazione elevata e sulla facilità di gestione delle funzioni: da quella per la sola ventilazione, con diverse velocità regolabili, a quella per la deumidificazione - ottimale nelle zone di pianura e ai piani più bassi di molte abitazioni - fino all’opzione che modula automaticamente il raffrescamento in relazione alla temperatura dell’ambiente, allo scopo di ottimizzare i consumi.    

 

Silenziosi da potersene dimenticare

Tra i modelli più evoluti c’è chi vanta un indicatore luminoso di comfort, un sistema che fornisce un feedback immediato sullo stato di benessere ambientale in un determinato momento del giorno o della notte. Anche l’utilizzo durante le ore di sonno ha infatti rotto gli ultimi tabù: gli apparecchi di ultima generazione, poco più rumorosi di una piuma in volo, sono creati infatti per funzionare con una pressione sonora minima, paragonabile al fruscio delle foglie al vento: un livello certamente minore di quello percepito nell’abitacolo di una vettura non rumorosa in corsa a 40 chilometri orari e pure di quello nella sala di una biblioteca. Appena sopra il livello percepibile dall’orecchio umano, alcuni apparecchi sono così discreti da farsi dimenticare, se non fosse per la temperatura e il livello di umidità ideali che consentono di mantenere.   

 

Nell’era dei sensori di rilevamento

Uno degli assi nella manica dei modelli più evoluti è l’economia di esercizio, frutto di una accurata progettazione di tutti i componenti e di tecnologie all’avanguardia che permettono di raggiungere gradi di efficienza elevati anche su base stagionale, con valori di SEER e SCOP superiori al passato, per guadagnare le prime classi dell’etichetta energetica sia in raffrescamento, sia in riscaldamento per la zona climatica media che in riscaldamento per quella calda. Impatto zero sulla fascia di ozono, inoltre, grazie a refrigeranti ecologici come il gas naturale non tossico propano R290 o il gas R32, dedicato anch’esso a un’edilizia sostenibile. Ma il risparmio è figlio non solo dei refrigeranti impiegati: sono anche le innovazioni tecniche applicate al settore a garantire un utilizzo efficiente senza compromessi: dopo che i sistemi inverter, integrati ormai nella maggioranza dei climatizzatori last generation, hanno soppiantato i precedenti sistemi on-off, fonte di grande dispendio energetico e basso grado di funzionalità, siamo approdati nell’era dei sensori intelligenti di rilevamento, capaci di individuare l’intensità dei raggi solari da un lato, la presenza e l’attività umana dall’altro, e di adattare così i parametri di ciascun apparecchio alle specifiche condizioni ambientali. Una delle accortezze studiate da alcuni tra i maggiori produttori del settore è il sistema di regolazione automatica del flusso d’aria sul piano verticale, un meccanismo che direziona il flusso d’aria attraverso due alette al fine di evitare correnti d’aria dirette sulle persone. Anche la pelle è protetta dal rischio di disidratazione grazie a una speciale opzione, in dotazione con alcuni top di gamma, che ha lo scopo di mantenere un adeguato livello di umidità nell’aria.   

 

Se i batteri si trasformano in vapore

Non manca infine, anche nel clima, come in ogni altro comparto dell’elettrodomestico, la possibilità di gestione a distanza tramite applicazioni per smartphone, tablet e computer, compatibili sia con sistema operativo Android che iOS. Aprono al consumatore un ampio ventaglio di soluzioni per controllare il proprio apparecchio da remoto, attivarlo e spegnerlo, impostare la temperatura e selezionare la modalità preferita anche da fuori casa monitorandone i consumi in una manciata di istanti. Non sono rari i prodotti in grado di lanciare un segnale di allarme in caso di guasto tecnico e di avvisare se i filtri hanno bisogno di manutenzione. Salute e starbene fanno rima se in casa c’è un apparecchio per la climatizzazione domestica: i migliori modelli in commercio sono provvisti di avanzati sistemi di purificazione dell’aria che neutralizza virus, muffe e batteri. Se alcuni modelli assicurano un clima ideale utilizzando nano-particelle elettrostatiche frutto della nanotecnologia, altri sanno creare un ambiente sano e confortevole trasformando gli agenti inquinanti in un innocuo vapore acqueo. Tra le versioni recenti non mancano quelle con filtro a tripla azione, ideale anche contro funghi e allergeni. Quelli rimovibili in un unico passaggio, senza bisogno di smontare il pannello frontale, offrono un risparmio nel tempo di pulizia e una spensieratezza d’uso a lungo sognata. Addio cattivi odori infine - fumo di sigaretta in primis - ridotto con alcuni climatizzatori fino al novanta per cento grazie ad uno speciale sistema di deodorizzazione.