Martedì, 10 Aprile 2012 00:00

Lavatrice: otto consigli per sceglierla e usarla

Suggerimenti su temperature, detersivo, capacità di carico, anticalcare e altro

1. SOLO I MODELLI DI ULTIMA GENERAZIONE
Per ridurre il consumo di energia e di acqua è importante acquistare solo i modelli più evoluti che garantiscono la migliore efficienza e minimi consumi.

2. GIUSTA CAPACITA' DI CARICO
La capacità di carico di una lavabiancheria dalle dimensioni standard varia generalmente da 5 a 8 kg. Dato che per ottimizzare i consumi d acqua ed energia è importante usare la lavabiancheria a pieno carico, allora è opportuno scegliere un modello con una capacità in linea con le proprie esigenze. Per un single, un modello da 6 kg può essere più che sufficiente, mentre per una famiglia numerosa può essere più indicata una lavabiancheria da 7 o 8 kg.

3. ECO-INTELLIGENZA
Per ridurre al minimo i consumi di acqua ed energia è consigliabile usare la lavabiancheria sempre a pieno carico. Se questo non è possibile, è opportuno orientarsi su lavabiancheria intelligenti capaci di adeguare i consumi in base all'effettiva quantità.

4. USARE L'ACQUA CALDA DI RETE
Le lavabiancheria tradizionali utilizzano acqua calda di rete che viene poi scaldata da una resistenza elettrica che consuma energia. Se in casa l'acqua calda viene prodotta da fonti di energia rinnovabili (solare, eolico, etc) è consigliabile dotarsi di un modello che consenta l'uso diretto di acqua calda.

5. SOLO IL DETERSIVO NECESSARIO
Va sempre utilizzata la dose di detersivo strettamente necessaria alla quantità di bucato da lavare e al suo grado di sporco, seguendo le indicazioni delle case produttrici e considerando anche la durezza dell'acqua della propria zona di residenza. Una quantità maggiore di detersivo non lava meglio. In conpenso, inquina di più. Esistono modelli che riportano forzatamente all'interno del cesto il detersivo che si deposita sul fondo della vasca, utilizzandolo completamente per il lavaggio senza alcuno spreco.

6. PROGRAMMI A BASSE TEMPERATURE
E' preferibile usare temperature di lavaggio non elevate. Il programma Cotoni 90°C dovrebbe essere utilizzato esclusivamente per un bucato veramente molto sporco, anche perché i detersivi di oggi assicurano un bucato perfetto anche a temperature più basse.

7. PRELAVAGGIO O AMMOLLO SOLO PER UN BUCATO MOLTO SPORCO
Prima di lavare a macchina la biancheria è preferibile trattare separatamente le macchie più difficili e ricorrere a prelavaggio e ammollo solo per bucati veramente sporchi.

8. ANTICALCARE
Il calcare è una delle principali cause del cattivo funzionamento della laviabiancheria e dell'aumento dei consumi. Il componente a maggior rischio è la resistenza. Se il calcare arriva a ricoprirla, questa ha maggiori difficoltà a scaldarsi con un conseguente aumento dei consumi di energia. Per prevenire la formazione di calcare è opportuno utilizzare gli appositi prodotti, rispettando il dosaggio e la frequenza indicati sulla confezione.