Stampa questa pagina
Domenica, 24 Febbraio 2019 09:07

Samsung raddoppia gli sforzi per arginare la diminuzione delle vendite

L’arrivo del Galaxy Fold, il primo smartphone a schermo pieghevole (e vera innovazione per il settore dai tempi della seconda fotocamera), si inserisce nella tendenza di minori pezzi venduti ma di fascia più alta. E sul sito web del colosso coreano è già partito un marketing molto aggressivo.

Samsung Electronics ha presentato mercoledì scorso il primo smartphone a schermo pieghevole del settore. Denominato Galaxy Fold, il nuovo dispositivo trova soluzione all’equazione da tempo irrisolta nel mondo dei display: realizzare uno schermo in vetro che possa piegarsi a metà, permettendo di essere chiuso come un portafoglio e messo nella tasca, o borsa, dell’utente. In Italia non lo vedremo prima del 3 maggio. Il suo prezzo sarà di circa 2000 euro. Questo device andrà ad aggiungersi agli oltre venti modelli (senza contare le diverse colorazioni e memorie) in distribuzione nel nostro mercato da parte del leader del mercato. DongJin Koh, presidente della divisione mobile della casa di Seul, ha detto che il Galaxy Fold risponde ai critici che sostengono che l'industria degli smartphone sia afflitta da innovazione stagnante e saturazione del mercato. 

Il Galaxy Fold si rivela in perfetta sintonia con il lancio di quattro varianti della linea ammiraglia Galaxy S10, un tentativo da parte dell'azienda di soddisfare una fascia più ampia di consumatori. Dall’8 marzo i fans italiani di Samsung avranno l’imbarazzo della scelta tra i 799 euro del modello S10e, dove “e" sta per “essenziale", i 929 del flagship S10 e i 1029 del modello S10Plus. Mentre la versione con protocollo 5G vedrà la luce probabilmente durante i mesi estivi.

La risposta alle vendite in calo per i sudcoreani sarebbe quindi quella di avere un assortimento più profondo. Tra serie “J” (i modelli base), la fascia media “A”, i modelli di punta “S”, il Note e adesso anche il Fold, esisterà un Samsung per ogni tipo di tasca ed esigenza. Il ventaglio di offerte tuttavia comporta il rischio che gli acquirenti ignorino del tutto le novità, confusi dalla troppa scelta. Ma Roh Tae Moon, il nuovo numero due di Samsung, ha affermato che il portafoglio più diversificato rappresenta un'opportunità piuttosto che un rischio per il più grande produttore di smartphone al mondo. "Non vogliamo costringere i consumatori ad accontentarsi di solo uno o due dispositivi" ha affermato Roh in un'intervista. "Ci sono così tanti segmenti di clienti, e le loro esigenze sono sempre più diverse”.

Samsung, sul suo sito web, offre già fino a 425 euro di valutazione per sostituire il proprio vecchio Galaxy. Più finanziamento a tasso zero per 24 rate. Il marketing aggressivo ricorda gli sforzi di Apple negli ultimi mesi per aumentare le vendite di iPhone, in quanto i consumatori vedono sempre meno motivi per cambiare il vecchio modello con il nuovo. Con il super telefonino pieghevole, al quale bisogna dare atto di essere la prima grande novità dopo la doppia fotocamera, Samsung spera di affascinare gli amanti dello status symbol. Il segmento di prezzo nel quale andrà a collocarsi è infatti qualcosa di ancora inesplorato, e forse in questa maniera si cercherà di porre rimedio alla perdita di oltre venticinque milioni di pezzi venduti nel 2018 rispetto all’anno precedente. Per restare la prima della classe, considerato anche il continuo incalzare dei brand cinesi, Samsung raddoppierà gli sforzi per non dimezzare le vendite. (g.m.)