Giovedì, 31 Ottobre 2019 19:56

Col termostato smart il caldo è nelle tue mani

Si sta avvicinando l’inverno e tra poco i riscaldamenti inizieranno a funzionare a ritmi serrati. La parte di me che ama tepore e comfort guarda alla caldaia con affetto, ma il mio lato parsimonioso la vede più come la fucina dell’inferno.

Si sta avvicinando l’inverno e tra poco i riscaldamenti inizieranno a funzionare a ritmi serrati. La parte di me che ama tepore e comfort guarda alla caldaia con affetto, ma il mio lato parsimonioso la vede più come la fucina dell’inferno.

Per fortuna il progresso è riuscito a trovare una soluzione per la mia doppia personalità, con il termostato intelligente. Ne ho installato uno e devo dirti che è facile anche per un imbranato del “fai da te” come il sottoscritto. Basta saper usare un cacciavite e avere la premura di staccare la corrente quando dovrai intervenire sui fili elettrici che innescano la caldaia.

Anche se il vecchio termostato aveva cavalieri digitali che mi consentivano di programmare il riscaldamento per l’intera settimana, non era per nulla intuitivo e semplice da usare. Ogni volta che mi toccava intervenire sulle impostazioni dovevo leggermi da capo le istruzioni.

I vantaggi di un termostato “smart” sono indubbiamente quelli di poter gestire al meglio la programmazione del proprio riscaldamento autonomo, portando al minimo gli sprechi e al massimo il comfort. Sono molti gli esempi di utilizzo che potrebbero fare al caso tuo:

Lavoro su turni: impossibile programmare il tepore domestico quando ogni settimana la tua professione ti impone ritmi diversi. Modificare manualmente la programmazione di un termostato vecchio stampo diventa un secondo lavoro. Quasi sempre finisci per lasciare la programmazione standard buttando dalla finestra ore di riscaldamento con la casa vuota. Utilizzando la comoda App di cui ogni termostato smart è dotato, potrai programmare la settimana comodamente seduto sul divano.

Frequenti trasferte: se ti allontani spesso dalla tua abitazione per più di un giorno, ti sarà capitato di dimenticarti di mettere il riscaldamento al minimo. Molto più comodo pensarci quando sei già sul treno: tramite App potrai intervenire sulla tua caldaia a distanza, ottimizzando il risparmio ogni volta che sarai costretto ad allontanarti da casa.

Seconda casa: pensa alla praticità di accendere il riscaldamento quando mancano poche ore all’arrivo nella dimora invernale. Sembrerà di avere un fedele maggiordomo che provvede a riscaldare l’ambiente prima del tuo arrivo. E se ti accorgi di avere lasciato tutto acceso quando ti trovi sulla via del ritorno? Nessun problema, basta un tap sullo smartphone.

Ovviamente questi esempi reggono a patto di avere una connessione ad Internet tramite Wi-Fi sempre attiva.

Per l’installazione, come ti dicevo, non serve essere esperti di bricolage: sarà semplicemente necessario rimuovere il vecchio termostato (ricordati di staccare prima la corrente) ed avvitare il nuovo sui fori pre-esistenti. Un’accortezza prima di scegliere il termostato smart più adatto a te: controlla che abbia più o meno le stesse dimensioni di quello che andrai a sostituire, o che nella confezione sia presente una “mascherina” che possa coprire per intero la sua sagoma. Altrimenti ti toccherà mettere mano ai pennelli per ripristinare l’intonaco, e questo potrebbe essere spiacevole.

Collegare il nuovo articolo al router di casa sarà semplicissimo, basterà seguire le istruzioni tramite l’App del produttore. E non dovrai lasciare sempre acceso il Wi-Fi, ma solo quando desideri intervenire manualmente sulla programmazione. Questo è molto comodo nel caso tu abbia l’abitudine – come il sottoscritto – di spegnere il modem durante la notte.

Quasi tutti i prodotti sono dotati di sofisticati algoritmi in grado di adattarsi rapidamente alle tue abitudini e alle condizioni meteorologiche del luogo in cui abiti. Assicurando il massimo del comfort con il minimo della spesa energetica. (g.m.)

Altro in questa categoria: « Buon appetito con il pane fatto in casa