Giovedì, 18 Marzo 2021 12:13

Haier Europe e Fondazione Progetto Arca in aiuto delle persone più vulnerabili

Donato un camper, allestito con elettrodomestici, per rafforzare l’assistenza in strada e il servizio di “Cucina Mobile” della Fondazione.

Alberto Sinigallia, presidente di Fondazione Progetto Arca ( a sinistra), con Karim Bruneo, Corporate Communication Director di Haier Europe. Alberto Sinigallia, presidente di Fondazione Progetto Arca ( a sinistra), con Karim Bruneo, Corporate Communication Director di Haier Europe.

Dopo la presentazione a novembre 2020 del nuovo servizio “Cucina mobile” di Fondazione Progetto Arca, Haier Europe ha deciso di contribuire ed incrementare l’assistenza in strada. L’azienda ha donato un camper per la distribuzione di cibo alle persone più fragili che stanno affrontando l’inverno, reso ancora più difficile dalle attuali circostanze sociali e sanitarie. Il mezzo, che verrà utilizzato dagli operatori delle unità mobili di strada a Milano e nelle altre città dove Progetto Arca è presente, è allestito con elettrodomestici da cucina donati dall’azienda e permetterà l’offerta di un pasto caldo a chi più ne ha bisogno, rappresentando anche un riparo, un punto di riferimento per chi non ha una casa o non sa a chi rivolgersi per un aiuto. 

La donazione di Haier Europe va quindi a supportare le diverse attività messe in atto da Fondazione Progetto Arca, in un momento così complesso e delicato in cui è sempre più importante tutelare la vita, la salute e la dignità dei più deboli. Ogni giorno Progetto Arca offre ascolto e assistenza in strada, pasti caldi, la possibilità di dormire al riparo, cure mediche e accoglienza a migliaia di persone in difficoltà, accompagnandole in un percorso di recupero personale e di reinserimento sociale, abitativo e lavorativo. Nell’ultimo anno Progetto Arca ha servito più di 1 milione e 600 mila pasti, offerto 505.000 notti di accoglienza e 4.600 visite mediche, dando aiuto a oltre 10.500 persone.