Lunedì, 03 Febbraio 2020 11:00

Bimar acquisisce la Ewel di Hong Kong

Nasce un importante operatore nel piccolo elettrodomestico. Edoardo Brianzi, CEO dell'azienda bresciana: “Ora distribuzione capillare in tutto il mondo”. 

Edoardo Brianzi, CEO di Bimar Edoardo Brianzi, CEO di Bimar

Bimar, azienda bresciana che da circa 45 anni distribuisce piccoli elettrodomestici in tutta Europa, ha acquisito la principale concorrente Ewel, nata a Hong Kong e molto attiva nella produzione e distribuzione mondiale di apparecchi per il trattamento dell’aria e riscaldamento. Ewel, che conta oltre 16 milioni di fatturato, vanta un catalogo di progettazione e design di oltre 500 referenze, grazie alla collaborazione con una cinquantina di stabilimenti produttivi. Dopo un 2019 all’insegna delle novità, partito con la partnership con Tuya di inizio anno sulla easy domotica, proseguito con l’investimento sulla mobilità sostenibile con i nuovi monopattini elettrici, fino alla sponsorizzazione della Federazione Italiana Vela che porterà il marchio Bimar alle Olimpiadi di Tokyo, il 2020 dell'azienda prosegue all'insegna degli investimenti. “Ewel è sempre stata nelle nostre corde – afferma soddisfatto Edoardo Brianzi, CEO di Bimar –. Ora grazie alla produzione e alla distribuzione di Ewel, nonché al design e alla tecnologia Bimar, il mercato internazionale non ha più ostacoli”. A Bimar si uniscono 2 milioni di pezzi movimentati all’anno, con circa 800 container nel mondo, 50 fornitori e oltre 100 prodotti commercializzati ogni dodici mesi. “Ora l’obiettivo è quello di crescere ancora - promette Brianzi -, integrando alla produzione esistente di Ewel, le conoscenze di Bimar in ambito di smart home applicata al prodotto". L'angoscia per la diffusione del coronavirus ha spinto Brianzi a inviare un messaggio ai suoi nuovi dipendenti Ewel: “Vi sono realmente vicino in questo momento di disagio che state vivendo voi e le vostre famiglie - ha scritto -. Sappiate che ho già acquistato il biglietto aereo per essere in ufficio il 22 febbraio”.