Mercoledì, 28 Aprile 2021 21:25

Il Salone del Mobile ci sarà

Un’edizione diversa dal solito, quella che si svolgerà dal 5 al 10 settembre a Milano.

La cinquantanovesima edizione del Salone del Mobile di Milano è confermata e si svolgerà dal 5 al 10 settembre 2021. Ma sarà con una veste inedita e proprio in queste ore sono stati definiti i passaggi che nei prossimi giorni determineranno il percorso che porterà all’organizzazione dell’edizione di settembre.

“Il progetto - si legge in una nota ufficiale della manifestazione - sarà affidato e coordinato da un curatore di fama internazionale e punterà a rafforzare legame, relazioni e azioni concrete con il tessuto economico e sociale che riconosce centralità e rilevanza al Salone del Mobile”. Il Salone si terrà a FieraMilano Rho e vedrà mostre e percorsi tematici integrati con prodotti e le novità degli ultimi 18 mesi: questi dialogheranno con una nuova piattaforma digitale che sarà presentata a breve. Con attenzione e rispetto delle direttive e delle ordinanze di prevenzione e sicurezza previste per lo svolgimento di eventi fieristici.

“Riteniamo - si legge ancora nella nota - che l’appuntamento del 5 settembre prossimo sviluppi un potenziale di adesioni rilevante e una rappresentatività globale di prodotti, eccellenze e innovazioni del settore”.

“Sono fiducioso che grazie al supporto ricevuto dalle istituzioni, in primis dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella e dalla Presidenza del Consiglio, così come dagli altri Ministeri coinvolti e partecipi”– sottolinea Gianfranco Marinelli, Presidente di FLA Eventi SpA – “e alla volontà delle aziende di dare un contributo alla riuscita della manifestazione, saremo in grado di dare vita a un Salone innovativo e attrattivo sul piano internazionale e di qualità”.

“Un lavoro di squadra ci permetterà di organizzare un’edizione speciale, unica, come unico è il periodo che stiamo vivendo – afferma Claudio Feltrin, Presidente di FederlegnoArredo –. Abbiamo vinto una grande sfida: dare alle aziende, dalle grandi alle piccole realtà, che rappresentano il tessuto della filiera, la migliore vetrina per valorizzare le eccellenze internazionali e del made in Italy”.