Giovedì, 05 Dicembre 2019 16:08

Euronics torna a Milano col primo e-store dell'insegna

"ReLoveMi - rinnamoriamoci di Milano" è il nome della campagna di comunicazione in partenza il 7 dicembre, festa di Sant'Ambrogio, nata per riconquistare il pubblico meneghino e fidelizzarlo nuovamente al gruppo.

Appena inaugurato il primo e-store Euronics a Milano in corso XXII marzo: un negozio fisico, rilevato dal socio Nova Euronics, che vanta l’integrazione di tecnologie e supporti digitali, con postazioni di formazione e informazione al servizio del consumatore.

La campagna di comunicazione dell’evento, in partenza il 7 dicembre, festa di Sant’Ambrogio, punta dritto alla sfera emotiva: “ReLoveMi - rinnamoriamoci di Milano”, questo il nome dell’iniziativa, ha infatti l’obiettivo di riconquistare i milanesi, riportarli nei negozi, e farli soprattutto innamorare di nuovo dell’insegna. Rapporto con la città al centro dell’identità di brand, dunque, in una sfida concreta per la fidelizzazione dopo le trascorse vicende del gruppo nel capoluogo lombardo.

Un negozio fisico e digitale al tempo stesso, giacché inclusivo del mondo digital. Che nei suoi circa mille metri quadrati commerciali - 300 al primo piano e 700 a quello interrato - ospita infatti cartellini ‘parlanti’ in grado di dare informazioni sul prodotto, oltre al prezzo. Un negozio punteggiato inoltre di postazioni ‘infopoint’, con grandi touch-display per consultare un catalogo virtuale di elettrodomestici o richiedere ad esempio l’intervento dell’addetto.

Euronics MILANO copia.jpg

Non manca poi l’implementazione di progetti di CRM (Customer Relationship Management), creati per intercettare - dentro e fuori il punto vendita - un consumatore che si aspetta una relazione personalizzata. Gli addetti alla vendita, formati e pronti ad usare la tecnologia digitale nella gestione del cliente, come uno “Human touch in a digital world”, si muovono in uno spazio dal layout minimale, dove spiccano un colore tecnologico come il grigio e le scritte gialle sui muri che informano sui servizi offerti.

“Quello di oggi è un evento molto importante per il nostro gruppo - ha dichiarato Alessandro Butali, presidente di Euronics, durante l'inaugurazione (a sinistra nella foto principale) -: per la prima volta inauguriamo un nuovo format grazie all’investimento fatto da Nova, socio Euronics, in questa grande città”.

“Siamo venuti a Milano - precisa Stefano Caporicci, presidente di Nova nel corso dell’inaugurazione (a destra nella foto principale) - per riconquistare lo spazio e la giusta posizione per la nostra insegna. Operiamo nel Lazio con 25 punti vendita, a Roma siamo leader di mercato con una quota importante e ora stiamo tentando di fare altrettanto bene a Milano. Dopo un trascorso difficile vorremmo che la città ricominciasse a parlare in senso positivo della nostra insegna”.

Euronics_Mi-1 copia.jpg

Si tratta quindi non solo di un nuovo negozio, ma anche di un’operazione per rivalorizzare l’immagine del brand attraverso un punto vendita rivolto al futuro, come rivela anche la campagna pubblicitaria pianificata per la nuova apertura (“ReLoveMi - rinnamoriamoci di Milano”) studiata per toccare corde emozionali, non promozionali.

Cosa c’è nel nuovo e-store

L’insegna ha realizzato un cambiamento sostanziale nel negozio fisico: non solo grazie a nuove tecnologie e personale altamente specializzato, ma anche al nuovo concetto di fruibilità per il cliente finale. Ecco cosa trova dunque il consumatore presso l’e-store Euronics di Milano. Le vetrine, completamente a vista, consentono di abbracciare con lo sguardo l’interno del negozio già dall'esterno. All’ingresso, ampi schermi mostrano al visitatore video accattivanti sui servizi disponibili, le promozioni in corso e le ultime novità di prodotto. Un ologramma 3D materializza nell’aria oggetti, scritte e immagini, visibili anche dall’esterno. I prodotti esposti sono in molti casi utilizzabili, connessi, accesi e dotati di un cartellino elettronico che permette allo store manager di ottimizzare la gestione di prezzi e promozioni, e che consente al cliente di accedere a informazioni come schede tecniche e video tramite QR code.

In negozio sono previste aree esperienziali, utilizzabili anche per eventi speciali, predisposte per invitare il consumatore a provare i prodotti e a divertirsi negli spazi dedicati a tecnologie, gaming e food preparation. I totem digitali presenti permettono di accedere virtualmente a un catalogo di prodotti più ampio rispetto quello fisicamente presente in qualunque negozio. Dal totem l’utente può inoltre ordinare il modello selezionato e usare i servizi disponibili instore, inclusa la possibilità di prenotare la consulenza di un addetto se tutto il personale è impegnato, o verificare se l’articolo ordinato con il “prenota e ritira” è già arrivato in negozio. Il negozio ospita un corner riservato al ritiro dei prodotti acquistati online.

Tutti gli addetti - 14 in totale - sono dotati di un tablet multifunzione da usare durante la vendita assistita per conoscere le caratteristiche dei prodotti e accedere ai dati sulle offerte disponibili, sui servizi da proporre o già prenotati e per gestire i pagamenti delocalizzati. Una soluzione, questa, che permette agli addetti di seguire tutte le fasi del ciclo di vendita in continuità con il cliente: dalla consulenza per la scelta del prodotto alla verifica della consegna o dell’installazione, fino alla gestione del pagamento e all’attivazione di un finanziamento, tutto senza bisogno di passare dalle casse. Tramite tablet gli addetti possono inoltre visualizzare alcune informazioni profilate dei clienti con carta fedeltà, al fine di proporre prodotti e servizi mirati.

Il team per la digital transformation

Il nuovo format è frutto del gruppo di lavoro "digital transformation" di Euronics. "Il progetto di questo punto vendita ha richiesto parecchi mesi - racconta Valentina Caporicci, marketing manager di Nova (foto sotto) - ed è un sorta di esperimento ‘live’. Scopriremo nel tempo quali delle tecnologie e delle novità implementate daranno i migliori risultati. Fondamentale non solo per noi di Nova, ma per tutto il gruppo Euronics, era riuscire a progettare un ambiente, un contenitore, dove fosse possibile testare nuove tecnologie e modalità di vendita. Anche gli addetti, formati ad hoc, ci supportano nella fase di test”.

Valentina Caporicci copia.jpg

Al gruppo di digital transformation, di cui Valentina Caporicci fa parte, partecipano rappresentanti di tutti i soci dell’insegna, con il (non facile) compito di definire e progettare il negozio Euronics del futuro.

Una campagna di comunicazione per emozionare

Insolita la campagna di comunicazione, progettata con due obiettivi: presentare il nuovo negozio e rilanciare il brand Euronics con la sfida di portare le persone nel punto vendita. “Per la prima volta - è sempre Valentina Caporicci a spiegare - abbiamo deciso di usare il budget normalmente destinato al lancio di un'apertura tradizionale, ossia la predisposizione del volantino e delle offerte dedicate, per qualcosa di diverso, di più emozionale, che comunicasse un messaggio alla città volto a riavvicinare, appunto, i milanesi”.

Un coinvolgimento emozionale, quello della comunicazione, reso da subito multicanale, con affissioni nelle stazioni metropolitane, sulle banchine delle stazioni ferroviarie, nelle edicole cittadine e con tre maxi wall posizionati in zone strategiche della città (via Montenapoleone, in zona Alzaia Navigli e Garibaldi Isola); prevista inoltre un’attività door-to-door che recapita misteriose lettere d’amore scritte a mano a casa dei milanesi che vivono nella zona di corso XXII Marzo, area del nuovo punto vendita. L'obiettivo? Incuriosire e catturare l’attenzione sulla nuova apertura.

Il 7 dicembre, festa di Sant’Ambrogio, patrono della città, è in programma, infine, una grande serenata diffusa dedicata a Milano, con performance live di otto musicisti in diverse zone della città: un messaggio emozionale per annunciare la novità in arrivo, uno store diverso e innovativo al servizio della città. Al termine di ogni esibizione sarà svelato il brand Euronics, mandante della serenata, e un pamphlet di poesie verrà distribuito a tutti i presenti. Dirette live, stories dedicate e un video dell’intera operazione sono i contenuti previsti per il canale social.