Lunedì, 02 Gennaio 2023 12:26

CEDI acquisisce la toscana Centro Inox

Massimo Bertamino, direttore generale dell'azienda napoletana: “Per noi è fondamentale la continuità. Non ci saranno esuberi e Maurizio Focardi resterà con noi per un altro anno”.

I fratelli Bertamino in compagnia di Maurizio Focardi, al centro. I fratelli Bertamino in compagnia di Maurizio Focardi, al centro.

Importante novità nel mondo della distribuzione di elettrodomestici. CEDI spa, guidata dai fratelli Bertamino e con sede a Casoria nel Napoletano, ha definito l’acquisizione della toscana Centro Inox, fondata dai fratelli Focardi nel 1977 e oggi gestita dal solo Maurizio. La presentazione ufficiale dell’accordo si è tenuta qualche giorno prima di Natale presso il locale Murà di Prato. L’evento ha visto la partecipazione dei fornitori, delle maestranze e di oltre duecento clienti di Centro Inox, che tratta diversi marchi tra cui Franke, Beko, Samsung, peraltro già nel portafoglio di Cedi.

Il rapporto di CEDI con Centro Inox comincia di fatto già nel 2018 con l’acquisizione della filiale di Pesaro e solo l’esplosione della pandemia da Covid ha impedito di portare a termine l’intera operazione in tempi più brevi. “Un’operazione per noi particolarmente strategica - interviene Massimo Bertamino, direttore generale di CEDI - perché ci consente di rafforzarci nell’Italia centrale, ma anche piuttosto semplice dal momento che i fornitori di Centro Inox sono gli stessi della nostra azienda. Il loro migliaio di clienti si aggiunge ai nostri circa tremila, così come il loro fatturato (6,4 milioni di euro) porterà il nostro a sfiorare i 40 milioni”.

Cifre che lanciano CEDI tra i leader assoluti nel settore con una quota di mercato che supera il 24 per cento. “Di fatto un punto vendita su quattro in Italia è nostro cliente - aggiunge Bertamino -, cosa che rende ancora più solido il rapporto di collaborazione con i nostri fornitori partner”.

La sfida di CEDI, però, sarà prima di tutto quella di garantire continuità al lavoro di Centro Inox. “Questo è un aspetto cui teniamo molto - conferma Bertamino -. Tanto è vero che non avremo nessun esubero: la struttura rimarrà la stessa e addirittura utilizzeremo ancora il loro logo. Lo stesso Maurizio Focardi, cui ci lega una profonda amicizia umana prima ancora che professionale, resterà a lavorare con noi per un altro anno. Solo in questo modo il passaggio di testimone avverrà nel rispetto dei valori alla base di Centro Inox. Mi lasci aggiungere che il nostro ingresso è come se fosse un ricambio generazionale. D’altronde Focardi è una persona splendida, che ha un rapporto da sempre molto intenso con i suoi clienti. Questo è un patrimonio che non deve andare perso. Al contrario, andrà difeso e se possibile ulteriormente rafforzato. L’azienda Centro Inox è sana e inoltre a un nostro primo screening la sua clientela si è rivelata ottima sotto il profilo della valutazione del credito”.

Altro in questa categoria: « LG InstaView diventa più spazioso