Domenica, 18 Ottobre 2020 16:48

Agli italiani piace (molto) fare il pane in casa

Una ricerca di Panasonic dimostra quanto questo alimento faccia parte della nostra vita quotidiana.

In occasione della Giornata Mondiale del Pane, lo scorso 16 ottobre, Panasonic ha condotto una ricerca che restituisce uno spaccato interessante sul rapporto degli italiani con questo alimento, rispetto alle abitudini di cottura, acquisto e consumo. “Il pane è parte integrante della cultura alimentare nazionale e costituisce il naturale compendio di qualsiasi altro alimento o pietanza”: Lo ha affermato il 60% degli intervistati, confermando come il suo consumo sia praticamente imprescindibile durante i pasti principali. Il 67% del campione lo mangia infatti ogni giorno, prevalentemente a pranzo e cena (81%) o a colazione (16%); solo l’1% degli interlocutori ha affermato di non consumarne affatto.

Inoltre l’86% degli intervistati ha cotto almeno una volta il pane in casa. Come? Il 27% di questi ha utilizzato una macchina del pane che consente contestualmente preparazione dell’impasto e cottura: chi ricorre a questa innovazione in cucina, lo fa prevalentemente da una a tre volte a settimana, giudicando questo sistema come “quello migliore per risparmiare tempo e soldi, mantenendo sempre la cucina libera e pulita”; il 26% degli intervistati è solito preparare l’impasto con l’ausilio di piccoli elettrodomestici per poi cuocerlo successivamente in forno; il 33% infine prepara l’impasto manualmente. La maggior parte delle persone che preparano il pane in casa ama questa pratica perché “è gratificata dall’acquisire nuove competenze, o ancora perché in questo modo può selezionare gli ingredienti e controllare esattamente ciò che consuma”. Al contempo, si ritiene che la preparazione domestica del pane sia una pratica divertente, creativa ed educativa per tutta la famiglia. Insomma, cuocere il pane in casa è ampiamente considerato il modo più pratico e sicuro per gustare il pane fresco.

L’ultima novità di Panasonic, che iniziò a lavorare a una macchina che preparasse il pane già nel 1984, si chiama “Croustina” ed è l’unica macchina completamente automatica in grado di sfornare pane fragrante dalla crosta croccante e non solo il classico pane in cassetta.

Croustina è un prodotto pensato per i tempi moderni e i palati italiani in quanto sforna il pane con la crosta spessa e croccante, e inoltre consente di scegliere fino a sette programmi automatici per la cottura del pane croccante e sei programmi specifici per pane in cassetta o pan brioche. In caso di necessità, Croustina è in grado di offrire anche due programmi diversi per il pane e torte senza glutine. Per chi preferisce realizzare piccoli panini o soffice pizza, potrà scegliere invece i programmi impasti. Offre l’opportunità di selezionare personalmente ingredienti di qualità in base alle proprie preferenze per personalizzare le ricette, utilizzando anche lievito madre, semi o farine speciali. Non manca la partenza ritardata fino a 13 ore.