Giovedì, 12 Marzo 2020 09:24

Coronavirus, aperti i negozi di elettrodomestici ed elettronica di consumo

Smart working e didattica a distanza strumenti essenziali per superare l’emergenza. Le posizioni di Aires e Ancra.

I negozi di elettrodomestici e di elettronica di consumo sono stati ricompresi nel decreto di ieri sera tra quelli ritenuti essenziali e dunque potranno restare aperti. L’emergenza Coronavirus sta modificando in maniera repentina anche molti profili dei consumi degli italiani che si vedono costretti per esigenze di lavoro e di studio a migliorare la propria dotazione tecnologica. In questo senso va anche la decisione della Ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina annunciata ieri. Da oggi e fino al 31 marzo sarà possibile acquistare con la Carta del docente anche webcam e microfoni, penne touch screen, scanner e hotspot portatili. La Ministra ha spiegato che l’intervento di ampliamento degli hardware acquistabili con la Carta ha l’obiettivo di sostenere l’aggiornamento professionale degli insegnanti per migliorare l’organizzazione delle diverse forme di didattica a distanza in questo momento di emergenza. Sul sito della Carta sono state aggiornate anche le FAQ (http://bit.ly/2vRCQ9c) relative ai beni acquistabili.

“‘La priorità assoluta delle nostre imprese è ovviamente la sicurezza dei lavoratori e dei consumatori - ha dichiarato il presidente di Aires (Associazione Italiana Retailers Specializzati) -. Abbiamo per questo attuato tutte le misure indicate dalle Autorità di Salute Pubblica andando cautelativamente anche oltre a quanto prescritto. I rivenditori di prodotti elettrici ed elettronici pertanto, anche alla luce delle disposizioni contenute nel DPCM emanato nella serata dell'11 marzo che ha ribadito la natura di beni di prima necessità in ordine a questi prodotti, proseguono nel fare la propria parte per rispondere alle esigenze delle imprese, dei professionisti e ovviamente delle famiglie”. “In un momento estremamente delicato come quello che stiamo vivendo - interviene dal canto suo Pier Giovanni Schiavotto, neo-presidente di Ancra (Associazione Nazionale Commercianti Radio Televisione Elettrodomestici Dischi e Affini), sentito direttamente da Bianco & Bruno - gli operatori del settore ribadiscono in modo forte il loro indispensabile ruolo sociale nei confronti di consumatori alle prese con problemi eccezionali”.