Martedì, 08 Ottobre 2019 15:29

I robot aspirapolvere sono la nuova tendenza

Dalle analisi di Qualescegliere.it, il sito che testa e recensice i prodotti per gli utenti, l'ulteriore conferma che resta alto l'interesse dei consumatori verso un segmento dove leader è l'azienda americana iRobot. 

Il robot aspirapolvere è un elettrodomestico relativamente nuovo che sta riscuotendo un forte successo tra i consumatori. Il suo utilizzo è intuitivo e permette di risparmiare molto tempo nelle pulizie di casa.

Come anticipato nel titolo, l’interesse è in forte crescita e lo si può notare osservando l’aumento delle pageviews di QualeScegliere.it che testa e recensisce i prodotti per gli utenti. Tra il 2017 e il 2018 le visualizzazioni della guida all’acquisto dei robot aspirapolvere sono quasi triplicate e la stessa crescita è stata registrata per le pagine prodotto, che se prese nel complesso totalizzano oltre 100.000 visualizzazioni annue. Anche nel primo semestre del 2019 queste hanno registrato una crescita del 45% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Tra le pagine più visitate di QualeScegliere.it ci sono quelle dei prodotti iRobot e questo interesse trova riscontro anche a livello delle vendite. L’anno scorso 6 dei 10 prodotti più venduti tramite QualeScegliere.it sono proprio modelli della iRobot, azienda americana fondata negli anni ‘90 e ormai leader del settore. Questi 6 modelli iRobot costituiscono circa il 78% del fatturato della categoria, una percentuale molto alta che lascia poco spazio a competitor come Neato Robotics, Samsung e ILIFE. Questi dati sono un chiaro segno dell’apprezzamento dei consumatori per i prodotti di questa marca. Inoltre, tra il 2017 e il 2018 le vendite dei modelli iRobot sono aumentate del 35%, un segnale che conferma la soddisfazione dei consumatori. 

Durante gli anni sono aumentate sia le pageviews che le vendite e, a giudicare dai dati del primo semestre dell’anno in corso. Il mercato non è ancora saturo. 

Ora andiamo a vedere chi è l’utente tipo che si interessa a questa tipologia di prodotti. Riguardo al genere, troviamo un leggero squilibrio a favore degli uomini, mentre per quanto riguarda l’età l’interesse si concentra tra i 25 e i 44 anni, con un picco tra i 35 e i 44 anni. A nostro avviso questa fascia di età è quella su cui puntare, perché i consumatori sono abbastanza giovani da conoscere il prodotto e lavorano da abbastanza tempo per poterselo permettere. A livello geografico, in numeri assoluti la maggior parte del traffico arriva dalla Lombardia, seguita da Lazio e Veneto. Se rapportiamo i dati al numero di abitanti delle regioni, vediamo che l’interesse si concentra maggiormente in Piemonte, Lombardia e Lazio.

Tra le molte domande che ci pongono gli utenti ce ne sono alcune che si ripetono più di frequente. La prima su tutte riguarda sicuramente la superficie massima su cui il robot può lavorare. Inoltre, molti dei nostri utenti sono preoccupati dal fatto che il robot aspirapolvere possa rovinare pavimenti in parquet o tappeti. Al di là di queste domande specifiche, gli utenti pongono le stesse domande che potrebbero porre su un comune aspirapolvere, soprattutto riguardo la sua efficienza in una casa con animali.

Gli utenti sono preoccupati dalle prestazioni dei robot aspirapolvere, probabilmente per via delle piccole dimensioni: consigliamo dunque di porre l’accento sui dati tecnici e all’occorrenza di fare un confronto con gli aspirapolvere tradizionali. Inoltre, pensiamo sia utile aiutare i consumatori a capire i veri vantaggi e il risparmio in termini di fatica e tempo che i robot aspirapolvere offrono rispetto agli aspirapolvere tradizionali.

Dario Ramponi, Brand & Business Development di QualeScegliere.it.