Mercoledì, 23 Febbraio 2022 08:42

Criptovalute, le app con cui maneggiarle (ma ad occhi aperti)

Il 2021 è stato l'anno in cui sono state assolute protagoniste del mercato finanziario.

Negli ultimi tempi si parla sempre più spesso di bitcoin e di altre criptovalute che circolano sul web. Alcune nazioni come El Salvador, le annunciano come “moneta nazionale”. Gli investitori ne parlano ogni giorno e compaiono le prime attività che le accettano ufficialmente. Nonostante siano passati anni dalla loro prima comparsa, è stato il 2021 a vederle protagoniste assolute del mercato finanziario, con l’apertura ai piccoli risparmiatori grazie a “wallet” (il salvadanaio) su smartphone di facile utilizzo. Oggi è possibile acquistare bitcoin, ethereum o altre criptovalute direttamente dal proprio telefono, con alcuni programmi fatti apposta per agevolare l’operazione e renderla molto più rapida di un tempo. Scopriamo quali sono le migliori app per acquistare, scambiare o vendere il tanto chiacchierato denaro digitale.

Partiamo da una realtà nazionale, una start up torinese nata da un manipolo di giovani ragazzi universitari che hanno dato forma a Young Platform, app dedicata esclusivamente al trading di molte cripto. Il programma crea un portafoglio dove caricare euro dal proprio conto corrente mediante versamenti, carta di credito o bonifico. Una volta che i soldi “veri” sono arrivati si possono convertire in decine di criptovalute come DAI, Bitcon, Stellar, Solana o Dogecoin. E’ possibile creare un portafoglio virtuale dove, in modo automatico e ripetuto, versare una cifra a scelta da destinare alla propria criptomoneta preferita così da veder crescere mese dopo mese l’investimento scelto.

Doveroso citare anche Coinbase, applicazione tra le più diffuse in questo “mondo”. L’applicazione è destinata a un pubblico più specializzato e tecnico perché consente di scambiare più di 50 diverse monete, alimentare il conto tramite moltissime fonti e prelevare anche su PayPal. Utilizzando Coinbase gli utenti usufruiscono anche di un servizio gratuito di wallet digitale per conservare i token scambiati, con le stesse funzioni del sito desktop ma in modalità portatile su cellulare.

Un altro modo di operare nel mercato cripto tramite smartphone è quello di usare Binance, altro software molto famoso e diffuso in tutto il mondo. Oltre alla sua sicurezza, Binance permette anche di fermare il prezzo di acquisto per 60 secondi nel momento in cui convertiamo da euro a moneta virtuale, dando una maggiore precisone per tutti gli utenti che si muovono nel cosiddetto “fast market”.

Un’altra piattaforma molto diffusa ovunque, ma soprattutto in Italia, è eToro. Oltre a gestire i token virtuali con il proprio wallet, riesce a operare su investimenti ibridi tra negoziazione exchange e classica, fornendo qualche strumento in più rispetto ad app più semplici. E’ ovviamente studiata e consigliata per un pubblico più consapevole ed esperto.

Per chi vuole operare principalmente con Ethereum è consigliato Metamask, strumento decisamente intuitivo per conservare, acquistare o vendere Token ETH. Questa app è particolarmente indicata anche per possedere un wallet in chiave NFT. Chi compra o vende “beni” digitali certificati NFT infatti deve possedere un luogo di conservazione dei propri token, e in questo caso Metamask si integra perfettamente con altre app come OpenSea, uno dei market più popolari di compravendita digitale.

Sia chiaro: non stiamo consigliando di investire in moneta virtuale, ma solo descrivendo gli strumenti più semplici a chi ha deciso di farlo. “Investite non più di quanto non sareste disposti a perdere”. (claudio camboni)