Lunedì, 23 Settembre 2019 13:57

Smeg si prende le macchine per caffè de La Pavoni

In termini strategici, questa acquisizione condurrà le due società a condividere il know-how e le reciproche affinità per tipologia di prodotti, con una grande attenzione al design, l’estrema cura del dettaglio e l’affermazione della forza del Made in Italy.

Vittorio Bertazzoni, amministratore delegato di Smeg Vittorio Bertazzoni, amministratore delegato di Smeg

Smeg ha annunciato l’acquisizione di La Pavoni, storica società nel settore della produzione di macchine da caffè domestiche e professionali. Fondata nel 1905, con sede a Milano, La Pavoni si afferma come primo produttore della macchina da caffè “espresso” e opera in un settore di mercato di fascia alta facendo leva sulla qualità dei prodotti e la raffinata cura estetica. Una filosofia che è tutt'ora perseguita e che creerà sinergie che arricchiranno entrambe le aziende. In termini strategici, questa acquisizione condurrà le due società a condividere il know-how e le reciproche affinità per tipologia di prodotti, con una grande attenzione al design, l’estrema cura del dettaglio e l’affermazione della forza del Made in Italy. Nell’operazione, SMEG è stato assistito da Mediobanca in qualità di advisor finanziario, da Pedersoli Studio Legale in qualità di advisor legale e da Deloitte per gli aspetti di due diligence contabile. La Pavoni è stata assistita da Banca Euromobiliare in qualità di advisor finanziario e dallo Studio Russo De Rosa e Associati in qualità di advisor legale.