Mercoledì, 27 Gennaio 2021 18:26

Il mobile che ti ricarica lo smartphone

Tra le curiosità del Consumer Electronic Show di Las Vegas anche serrature che si aprono col cellulare e assistenti vocali infilati nei rubinetti.

Dopo aver dato spazio ad alcuni grandi brand, che hanno presentato le loro più recenti innovazioni al Consumer Electronic Show di Las Vegas, qui abbiamo raccolto alcune idee tra le più curiose.

Kew Labs, una società di Twinsburg (Ohio), ha lanciato un caricatore Qi wireless nascosto, chiamato UTS-1, che può essere montato sul lato inferiore di una superficie non metallica utilizzando il nastro incluso. Collegato alla corrente, crea una zona di ricarica wireless ovunque: sulla scrivania, sul tavolo da pranzo e per i più “addicted” persino sul mobiletto del bagno. Trasformare un mobile qualunque in una zona di ricarica per il proprio smartphone costa 105 dollari, ma il caricabatterie da 30 watt – promette Kew Labs – può trasmettere energia anche attraverso 3 centimetri di spessore senza essere costretti ad allineare perfettamente il telefonino, con efficienza e sicurezza.

C’è poi la serratura intelligente, presentata da Level Touch (Redwood, California), che tramite NFC permette di aprire la porta di casa con il telefono. La tecnologia è la stessa che consente i pagamenti contactless al supermercato, ma in questo caso non bisognerà appoggiare lo smartphone: basterà avere il telefonino in tasca per aprire la porta con un semplice tocco del dito. Viene anche fornita una tessera magnetica come quelle che danno negli alberghi, da usare nel caso di batteria scarica o da prestare a persone di fiducia. Il sistema costa 329 dollari, è estremamente sicuro (promettono alla Level) e viene alimentato da una batteria integrata che dovrebbe durare per un anno.

“Alexa, riempimi la vasca per favore”. Sarà con questo comando che potremo interagire nel prossimo futuro anche con i rubinetti di casa nostra. L’idea di Kohler (Wisconsin) è quella di aggiungere componenti che possano interagire con assistenti vocali nelle rubinetterie di casa. Gli utilizzi sono molteplici e – oltre che comodi – sono pensati per il risparmio idrico a beneficio del pianeta. Chiedere un bicchiere d’acqua a Google ci assicurerà di avere esattamente un bicchiere d’acqua, non una goccia in più. “Scalda l’acqua della doccia a 30 gradi” ci fornirà esattamente la temperatura di cui abbiamo bisogno, senza gli innumerevoli tentativi di ruotare la manopola a destra o sinistra. I rubinetti intelligenti, inoltre, rilevano automaticamente le perdite e in quel caso interrompono immediatamente l’afflusso di acqua. Per non parlare dei sedili del WC, che si alzano e si abbassano automaticamente, con l’opzione di riscaldarsi quando fa freddo. I prezzi variano da qualche centinaio di dollari per un rubinetto, fino a 16.000 dollari per una vasca da bagno con aromaterapia.