La prima campagna di comunicazione congiunta dei Centri di Coordinamento nazionali di rifiuti elettrici ed elettronici e pile e accumulatori esausti parte in occasione del festival della canzone italiana. L’obiettivo è aumentare la conoscenza sul corretto smaltimento.

Molti italiani non sanno dove e come buttare in modo corretto i RAEE (gli apparecchi elettrici ed elettronici divenuti rifiuti), o le pile e gli accumulatori a fine vita. Nella migliore delle ipotesi rimangono in casa, nella peggiore vengono abbandonati dove capita, per strada o nei campi, oppure - e non è una buona notizia -vengono smaltiti nella raccolta indifferenziata. Con l’obiettivo di allargare la conoscenza del corretto smaltimento di questi prodotti a fine vita che, ricordiamo, sono pericolosi per l’ambiente ma preziosi per i materiali che possono restituire alle filiere produttive, il Centro di Coordinamento RAEE (CdC RAEE) e il Centro di Coordinamento Nazionale Pile e Accumulatori (CDCNPA) per la prima volta hanno promosso una campagna congiunta di comunicazione multicanale con una pianificazione che si spalmerà per tutto il 2024. Voluta dai produttori di apparecchiature elettriche ed elettroniche e di batterie, la campagna debutta all’ombra del palcoscenico più famoso d’Italia: il Festival di Sanremo.

Sul territorio

I due consorzi hanno scelto di promuovere buone pratiche di raccolta RAEE e batterie direttamente sul territorio, con un piano di comunicazione dal titolo “La raccolta gira l’Italia”. I contenuti informativi saranno veicolati al traino di alcuni degli eventi mediatici di rilevanza nazionale organizzati in diverse città italiane. In partenza a fine gennaio, e con una pianificazione multicanale - radio, social, digital e TV - la campagna durerà fino a novembre. Il primo appuntamento della campagna è in occasione del Festival di Sanremo come Official partner di Casa Kiss Kiss, l’iniziativa sanremese dell’emittente radiofonica nazionale. La partnership prevede l’allestimento di spazi di visibilità e intrattenimento realizzati in collaborazione con Casa Kiss Kiss, la diffusione di video dedicati e il coinvolgimento dei conduttori radiofonici che, attraverso interviste e gag divertenti, racconteranno il significato e il valore della corretta raccolta e riciclo di RAEE e batterie, e di come questo gesto sia fondamentale per la salvaguardia dell’ambiente. Il pubblico sarà invitato a visitare i siti web e le pagine social di RaccoltaRAee.it e RaccogliamoPiùPile.it. Questa prima tappa durerà fino al 17 febbraio.

Per la prima volta attività congiunta

Con questa nuova campagna di comunicazione - ha dichiarato Fabrizio Longoni, direttore generale del Centro di Coordinamento RAEE - abbiamo scelto di partecipare in prima persona a eventi di portata nazionale e di elevata visibilità”. Luca Tepsich, segretario generale del Centro di Coordinamento Nazionale Pile e Accumulatori, evidenzia l’importante valenza dell’operazione congiunta : “La partnership con alcune tra le principali emittenti radiofoniche nazionali - ha affermato - rappresenta un’occasione unica per informare in maniera capillare e incisiva il pubblico verso le corrette modalità di conferimento e realizzare una sempre più puntuale e diffusa raccolta delle pile esauste con l’obiettivo ultimo di sensibilizzare sul tema della tutela ambientale”. (l.c.)