Giovedì, 14 Febbraio 2019 18:10

Con Ilario Galimberti scompare uno degli ultimi giganti del mercato

Il messaggio giunto questa mattina da un amico ha avuto l'effetto di uno schiaffo. "Il cav. Ilario Galimberti ci ha lasciato: con lui se ne va un pezzo di storia e un secondo padre".

Il messaggio giunto questa mattina da un amico ha avuto l'effetto di uno schiaffo. "Il cav. Ilario Galimberti (foto, ndr) ci ha lasciato: con lui se ne va un pezzo di storia e un secondo padre". Non ci sarebbe altro da dire oltre a questo. Galimberti rappresentava un modo di affrontare la vita che oggi verrebbe considerato con sufficienza da molti, forse da troppi. Una vita fatta di sacrifici, rischi, idee brillanti e tantissimo lavoro. Ripetiamo: tantissimo lavoro. Una vita durata novantatré anni fatta di principi, con l'accento sulla seconda "i", e di una dirittura morale che verrebbe derisa dalle nostre vite social e sempre online perché quasi incomprensibile. Oggi uomini come Galimberti non ce li meritiamo, e sarà anche per questo che ha deciso di mettersi in viaggio. Ma se ce ne dimenticassimo troppo presto compiremmo l'ennesima violenza su noi stessi. E' vero, il cav. Galimberti era considerato un padre da molti dei suoi collavoratori più stretti, e per noi era un gigante dall'accento brianzolo. Un universo nel quale avremmo voluto abitare di più per condividere opinioni, idee, riflessioni. Per imparare. Caro cavalier Ilario, sia lei a non dimenticarsi di noi: ne abbiamo tutti bisogno. Le esequie verranno celebrate, domani 15 febbraio, alle ore 14:30 presso la Chiesa S. Giulio a Barlassina (MB). (g.g.)

 

E' il 1954 quando il capostipite della famiglia Galimberti intraprende il suo percorso come rivenditore aprendo un piccolo negozio di lampadine, fornelli a gas e lampadari. Grazie al suo talento nel business, alle sue doti gestionali e al grande intuito imprenditoriale ha costruito passo dopo passo un'azienda solida portandolo a conseguire traguardi impensabili. Nel 1968 ha inaugurato il primo punto vendita di elettrodomestici di 500 mq a Barlassina (MB); agli inizi degli anni '70, Ilario Galimberti ha deciso di diversificare l'attività, inventando il primo frigorifero da incasso e dando vita così a un nuovo mercato. Nella seconda metà degli anni '70 con altri soci ha lanciato GET, oggi EURONICS, il primo gruppo d'acquisto a livello nazionale dedicato agli elettrodomestici e negli anni '80 e '90 la società Galimberti Euronics ha conosciuto uno straordinario sviluppo, con un'ulteriore crescita dell'azienda e la costituzione di nuove attività. Prestigiosi riconoscimenti istituzionali sono stati la conferma del valore dell'imprenditore lombardo, che ha fatto del lavoro la sua passione, dimostrando sempre grande serietà e lungimiranza nel business: nel giugno 2006 la Presidenza della Repubblica Italiana ha conferito a Ilario il titolo di Cavaliere del Lavoro e il 12 giugno 2012 grazie al progetto “Punto vendita 3.0” di Seregno e di Como, ha ricevuto in Senato il premio nella categoria “Innovazione nel Commercio” in qualità di Presidente del Gruppo Galimberti.