Sabato, 26 Marzo 2022 08:59

Switch off digitale terrestre, approvata deroga ai limiti di stoccaggio tv

Soddisfazione da parte del Centro di Coordinamento RAEE, che si era fatto promotore di un appello al governo, e di Ancra, la storica associazione dei rivenditori specializzati.

E' stata approvato in via definitiva un emendamento, inserito nel decreto legge "Sostegni ter", dedicato alle misure previste per la raccolta e il trattamento dei Raee del raggruppamento R3.

L'emendamento introduce una deroga di 12 mesi alle quantità massime di rifiuti da apparecchiature tv e monitor da avviare a stoccaggio presso i centri di raccolta comunali, i luoghi di raggruppamento della distribuzione e gli impianti di trattamento.

Il Centro di Coordinamento RAEE "manifesta apprezzamento per questo provvedimento fortemente richiesto e finalizzato ad assicurare condizioni di lavoro ottimali a tutti gli operatori del sistema coinvolti nella gestione di questa specifica tipologia di rifiuti tecnologici", si legge in una nota ufficiale.

Il Centro di Coordinamento RAEE nei mesi scorsi si era fatto promotore di un appello al Ministero per la transizione ecologica per una deroga ai tempi e ai quantitativi di stoccaggio a seguito dell’aumento repentino delle vecchie televisioni da trattare legato all’introduzione del “Bonus TV”.

L’incremento dei quantitativi rischiava infatti di mettere in crisi l’intera filiera Raee, con particolare riferimento alla distribuzione, impegnata nella raccolta di questi rifiuti tecnologici, e gli impianti di trattamento, alle prese con un balzo dei volumi in ingresso e con lavorazioni più articolate per via del nuovo mix tecnologico dei dispositivi da trattare, con il rischio per entrambi di superare le quantità autorizzate e incorrere in sanzioni e sequestri.

“Siamo certi - afferma Fabrizio Longoni, direttore generale del Centro di Coordinamento RAEE - che il provvedimento fornirà un aiuto reale alla filiera e consentirà a tutti i soggetti coinvolti di lavorare con la massima tranquillità ed efficacia fino a quando si assisterà al completamento del passaggio al nuovo digitale terrestre di tutte le regioni italiane”.

Soddisfazione arriva anche da Ancra, la storica associazione dei rivenditori specializzati in elettrodomestici ed elettronica di consumo, aderente Confcommercio. “La situazione - interviene il direttore generale Dario Bossi - aveva raggiunto i limiti di guardia già nei mesi scorsi e ora rischiava di andare ben oltre. Anche se, tengo a dire, con il nostro progetto dei Luoghi di Raccolta gli associati hanno raggiunto risultati estremamente importanti sotto il profilo della gestione del problema. Chi ha aderito, ammette senza giri di parole che senza il nostro progetto non avrebbe saputo come fare a resistere all’onda dei rifiuti portati in negozio”.