Martedì, 28 Maggio 2019 10:46

Cosa fare con il "vapore al forno"? Tante ottime ricette

Un gioco di parole per parlare della nuova tecnologia che integra il vapore con le cotture ad alta temperatura tipiche del forno. Un bel traguardo se si pensa che prima, per mantenere un certo grado di umidità, consigliavano di posizionare dentro il forno una ciotola d’acqua.

Il “vapore al forno” non è certo un piatto da cucinare, ma un gioco di parole per parlare della nuova tecnologia che integra il vapore con le cotture ad alta temperatura tipiche del forno. Oggi Hotpoint presenta il forno a vapore ActiveSteam75, che in automatico rilascia vapore durante la cottura. Ecco come.

Il modello ha tre diversi livelli di vapore, basta impostare sui comandi la temperatura voluta per cuocere e il livello di vapore suggerito per la ricetta da preparare. In particolare: il livello di vapore del 75% è ideale per la cottura di alimenti delicati quali pesce e verdure senza l’utilizzo di grassi, ma ottenendo ugualmente risultati gustosi e più leggeri; il livello di vapore al 50% è indicato per massimizzare la lievitazione dei panificati o garantire ottimi risultati soprattutto con gli arrosti, ottenendo una carne perfettamente croccante all’esterno e morbida all’interno; il livello di vapore al 25% fornisce a torte e biscotti una fantastica friabilità mantenendone la freschezza più a lungo.

In più, il forno ActiveSteam75 ha tre programmi pre-impostati che combinano in modo bilanciato calore e vapore per realizzare ad esempio il pane ben lievitato, la carne morbida e succosa, o il pesce morbido all’interno e croccante all’esterno. Per maggior facilità, le istruzioni di uso dei programmi sono comodamente riportate sulla controporta, indicano la quantità d’acqua necessaria, la temperatura e i tempi in relazione agli alimenti da cucinare. Il forno ha anche un sistema di ventilazione innovativo, chiamato Multiflow Technology, che consente una distribuzione ottimale del calore all’interno della cavità. E per pulire ActiveSteam? Niente paura, è dotato di una tecnologia chiamata Diamond Clean, che consente, a 90 gradi e in 35 minuti, di rimuovere facilmente ogni incrostazione senza uso di detergenti.